Cronaca
Verso il processo

Omicidio Voghera: scaduti gli arresti domiciliari, Adriatici torna in libertà

Per il pm non c’è più necessità di tenere l’ex assessore leghista agli arresti. 

Omicidio Voghera: scaduti gli arresti domiciliari, Adriatici torna in libertà
Cronaca Voghera, 20 Ottobre 2021 ore 10:54

Omicidio Voghera: scadono oggi gli arresti domiciliari per Massimo Adriatici, l'ex assessore torna libero. Si va verso il processo.

Omicidio Voghera: scaduti gli arresti domiciliari, Adriatici torna in libertà

Dopo tre mesi dall'uccisione di Youns El Boussettauoi, Massimo Adriatici è tornato in libertà. Scadono infatti oggi, 20 ottobre 2021, gli arresti domiciliari per l'ex assessore comunale della Lega. A parte la scadenza naturale del provvedimento, il pm aveva già espresso parere favorevole alla richiesta degli avvocati di Adriatici, affinchè fossero revocati gli arresti per l'ex assessore. 

Eccesso colposo di legittima difesa

Nel frattempo la procura, a meno di colpi di scena, si prepara a chiudere le indagini e a chiedere il giudizio con l’imputazione formulata subito dopo l’arresto ossia quella dell'eccesso colposo di legittima difesa.

Durante l'incidente probatorio tenutosi settimana scorsa, i due testimoni avevano entrambi confermato questa tesi: l’ex assessore era stato aggredito dal 39enne ed era caduto. Il colpo mortale poi, anche secondo la perizia balistica, era stato esploso proprio da terra.

Sembra quindi archiviata l’ipotesi di una modifica del capo di imputazione. Adriatici avrebbe ucciso Youns El Boussettauoi con un colpo di pistola non volontariamente ma, secondo la procura, per una percezione errata del rischio che stava correndo.