Per micro, piccole e medie imprese

Commercio: il Comune di Pavia pronto a stanziare altri 300 mila euro di aiuti

Andranno a chi non ha avuto accesso al bando D.U.C.

Commercio: il Comune di Pavia pronto a stanziare altri 300 mila euro di aiuti
Pavia, 18 Novembre 2020 ore 15:37

L’Amministrazione comunale presenterà, questa settimana, un piano da 300 mila euro di nuovi aiuti al commercio, rivolti alle attività economiche che non hanno avuto accesso ai contributi precedentemente stanziati nell’ambito del bando per il Distretto Urbano del Commercio di Pavia.

A fare delle micro, piccole e medie imprese

Il provvedimento, che verrà illustrato nel corso dei prossimi giorni, andrà a vantaggio delle micro, piccole e medie imprese del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato aventi almeno una “unità locale” in una porzione di territorio non ricompreso nell’area D.U.C. A favore di queste ultime verrà pubblicato, entro venerdì 20 novembre 2020, un apposito bando, finalizzato alla raccolta delle domande di contributo.

Le modalità e i requisiti di presentazione, eccezion fatta, appunto, per l’area di attività, saranno del tutto omologhi a quelli del bando D.U.C., già pubblicato.

“I primi 300 mila euro sono stati destinati alle attività del centro cittadino, che hanno, com’è ovvio, delle specificità dal punto di vista imprenditoriale” – ha dichiarato l’Assessore al Commercio e Politiche Economiche, Roberta Marcone – “Non potevamo, però, non destinare una cifra almeno pari a chi non ha potuto usufruire di quei contributi. Mi riferisco soprattutto ai commercianti delle aree periferiche e semiperiferiche della città, che stanno soffrendo la crisi Covid come tutti gli altri”.

“Piano periferie”

“Si tratta di un vero e proprio piano periferie” – ha aggiunto il Sindaco di Pavia, Fabrizio Fracassi – “Avevamo garantito che nessuno sarebbe rimasto senza aiuti, e siamo soliti mantenere le promesse. È un intervento che avevamo in cantiere da tempo e, appena si sono verificate le condizioni dal punto di vista finanziario, lo abbiamo realizzato, con il solito approccio concreto. Al contrario di alcune amministrazioni del passato, siamo una Giunta che non bada troppo alle parole e che non fa distinzioni tra aree di serie A e aree di serie B: Pavia è una sola”.

(Immagina di copertina: Foto di Kaique Rocha da Pexels)

LEGGI ANCHE

Flash: la storia di Giovanni Parisi. Un documentario per raccontare vita e successi del grande pugile vogherese

TI POTREBBE INTERESSARE

Lombardia zona rossa fino al 27 novembre, Fontana: “Ma abbiamo numeri da zona arancione”

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia