Cronaca
Accusata di estorsione

Omicidio Gigi Bici, il ritrovamento della pistola a casa di Barbara Pasetti e le precisazioni della Procura di Pavia

Le indagini stanno proseguendo non solo al fine di individuare gli autori materiali dell'omicidio, ma anche allo scopo di trovare conferma agli addebiti mossi nei confronti della donna.

Omicidio Gigi Bici, il ritrovamento della pistola a casa di Barbara Pasetti e le precisazioni della Procura di Pavia
Cronaca Pavia, 08 Febbraio 2022 ore 09:24

Proseguono le indagini per risalire all'autore dell'omicidio di Gigi Bici, durante una perquisizione a casa dell'indagata Barbara Pasetti è stata  ritrovata una pistola: le precisazioni della Procura di Pavia.

Omicidio Gigi Bici, continuano le indagini

Nella mattinata di martedì 1 febbraio 2022, la Squadra Mobile della Questura di Pavia ha proseguito le operazioni di perquisizione dell'abitazione di Barbara Maria Pasetti, indagata per l'omicidio di Luigi Criscuolo, e relative pertinenze, attività iniziata in data 20 gennaio 2022 in occasione dell'esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti della donna dal Giudice per le Indagini Preliminari di Pavia.

Le operazioni si sono svolte con l'ausilio di unità della Squadra Cinofili dell'Ufficio di Polizia di Frontiera presso lo Scalo Aereo di Malpensa e del personale del Servizio Centrale di Polizia Scientifica, con impiego di strumentazione georadar e con la presenza del Difensore della persona sottoposta alle indagini.

Il ritrovamento della pistola

Nel corso delle operazioni, all'interno di un vano tecnico della centralina d'allarme, al primo piano dell'abitazione, è stata rinvenuta una rivoltella con 5 cartucce inesplose cal. 7,65 all'interno del tamburo, nonché una busta in plastica trasparente contenente altre 19 cartucce inesplose.

Sono già in corso accertamenti tecnici non ripetibili di natura biologica, genetica, balistica e merceologica sui reperti rinvenuti e sequestrati nel corso delle perquisizioni, per i quali è stato delegato il Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica per la Lombardia: si conosceranno i primi esiti entro pochi giorni.

Sequestrato il cellulare

Sono, altresì, in corso accertamenti tecnici ripetibili e non ripetibili di tipo informatico condotti dal Consulente Tecnico del Pubblico Ministero sul materiale sequestrato, tra cui il cellulare di Barbara Pasetti e il sistema di allarme e di videosorveglianza installato nell'abitazione della stessa, a ridosso della quale è stato rinvenuto il 20 dicembre 2022 il corpo esanime di Luigi Criscuolo, 60 anni, detto Gigi Bici.

Si sono, invece, già conclusi gli accertamenti tecnici ripetibili di natura botanica effettuati sui rami che erano posizionati sul corpo esanime del 60enne, condotti dal Consulente Tecnico del Pubblico Ministero.

L'interrogatorio

In data 4 febbraio 2022, si è svolto l'interrogatorio di Barbara Maria Pasetti davanti ai Sostituti Procuratori titolari dell'indagine.

L'attività di indagine sta proseguendo non solo al fine di individuare gli autori materiali dell'omicidio, ma altresì allo scopo di trarre definitiva conferma degli addebiti allo stato mossi nei confronti dell'indagata, in carcere con l'accusa di estorsione e indagata per omicidio e occultamento di cadavere.

Le precisazioni della Procura

Rispetto ad alcune infondate notizie diffuse da alcuni organi di stampa, la Procura intende precisare con nettezza che:

  • l'arma rinvenuta non presenta affatto tracce di attività volte all'abrasione della relativa matricola;
  • l'arma non è stata affatto rinvenuta nel c01tile dell'abitazione, bensì all'interno della stessa;
  • all'interno della proprietà non è stata affatto rinvenuta una cassetta degli attrezzi riconducibile alla persona di Luigi Criscuolo.
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter