Cronaca
entro martedì?

Eitan torna a Pavia? Rinviata l'udienza a Milano, attesa la sentenza di Tel Aviv

Il Tribunale israeliano dovrà decidere se Eitan deve o meno tornare in Italia, come chiede la zia paterna, si attende una decisione entro il 26 ottobre 2021.

Eitan torna a Pavia? Rinviata l'udienza a Milano, attesa la sentenza di Tel Aviv
Cronaca Pavia, 23 Ottobre 2021 ore 11:09

Rinviata al prossimo primo dicembre l'udienza davanti al Tribunale per i minorenni di Milano dove è iniziata la discussione sul caso di Eitan, il bimbo sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone e al centro di una contesa tra i nonni materni e la zia paterna, residente nel Pavese, nominata tutrice legale del piccolo. In queste settimane le parti potranno, a quanto si è saputo, depositare documenti. Al momento il piccolo si trova ancora in Israele.

Eitan: udienza rinviata

Non soltanto udienza rinviata a dicembre, quindi, ma anche la certezza che il bambino per ora resta in Israele, in seguito al viaggio segreto organizzato dal nonno materno che l'ha così sottratto alla custodia della zia pavese, riconosciuta la tutrice dal tribunale italiano. Nel giorni scorsi Etty Peleg Cohen, nonna materna di Eitan, ha denunciato alla polizia di Tel Aviv Aya Biran Nirko, la zia paterna affidataria. Lo ha riferito la tv N12 secondo cui la denuncia si riferisce all' "uso illegale di cellulari ritrovati nell'abitazione dei genitori" di Eitan morti sul Mottarone e anche "al furto di gioielli, Ipad, macchine fotografiche e all'uso illegale" dei contenuti del computer nella causa in corso in Israele.

Nella denuncia - secondo la stessa fonte - si afferma anche che "la famiglia Biran Nirko ha attivato una raccolta di fondi in rete destinati presumibilmente al benessere e al trattamento psicologico di Eitan, ma che sarebbero stati utilizzati" per le spese legali.

Attesa la sentenza in Israele

A Tel Aviv, nel procedimento attivato sulla base della Convenzione dell'Aja sulla sottrazione internazionale di minori, il Tribunale ha invitato i legali e i familiari al silenzio stampa. Il Tribunale israeliano dovrà decidere nei prossimi giorni se Eitan deve o meno tornare in Italia, come chiede la zia paterna. I legali italiani, a quanto si è saputo, si attendono una decisione entro il 26 ottobre 2021, fra pochissimi giorni. Provvedimento che poi potrà essere comunque oggetto di appello.