Casa di cura degli orrori a Montebello, arriva il terzo arresto

Ai domiciliari anche una educatrice della "Monsignor Rastelli".

Casa di cura degli orrori a Montebello, arriva il terzo arresto
Oltrepò, 16 Febbraio 2019 ore 14:55

Casa di cura degli orrori: terzo arresto alla “Monsignor Rastelli” di Montebello della Battaglia. Dopo il direttore e un operatore del centro, anche un’educatrice è finita ai domiciliari.

Casa di cura degli orrori

I fatti risalgono allo scorso mese di novembre, quando la squadra mobile di Pavia aveva arrestato, il direttore e un operatore socio-sanitario della residenza sanitaria Monsignor Rastelli di Montebello della Battaglia, situata nell’Oltrepò Pavese. Le accuse per loro sono di ripetuti maltrattamenti e lesioni gravi nei confronti degli anziani ospiti della struttura, tutte persone con gravissime disabilità psichiche.

LEGGI ANCHE: Anziani maltrattati in casa di riposo: due arresti 

Agghiaccianti episodi di maltrattamenti

Le indagini, dopo alcune segnalazioni giunte al commissariato di Voghera, aveva portato alla luce agghiaccianti episodi di maltrattamenti: calci, percosse, ma anche un anziano “marchiato a fuoco” con un phon bollente.  Ora anche una educatrice della struttura, 47enne, residente a Santa Giuletta, è stata posta ai domiciliari.

Terzo arresto

Gli investigatori della squadra Mobile della Questura di Pavia, dopo ulteriori attività di indagine, la accusano di maltrattamenti, in particolare ingiurie e comportamenti provocatori: gli anziani una volta agitati, si potevano così ‘educare’, sia con mezzi di contenzione che somministrando tranquillanti.

LEGGI ANCHE: 

Anziani disabili maltrattati in RSA, Gallera: “Priorità garantire assistenza agli ospiti”

Casa di riposo degli orrori, Forza Nuova interviene con le associazioni satellite

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia