PAVIA

"Bonus Amici Fedeli": anche nel 2024 il Comune di Pavia rimborsa le spese veterinarie

Qui può ottenerlo e le modalità per richiederlo

"Bonus Amici Fedeli": anche nel 2024 il Comune di Pavia rimborsa le spese veterinarie
Pubblicato:

Torna anche per l'anno 2024 il "Bonus Amici Fedeli" tramite il quale il Comune di Pavia rimborsa le spese veterinarie: le modalità per richiederlo.

Bonus Amici Fedeli

La Giunta Comunale di Pavia ha dato il via libera, anche per l'anno 2024, al "Bonus amici fedeli", confermando così il sostegno alle spese veterinarie sostenute dai residenti nel Comune. Un'iniziativa che mira a facilitare l'accesso alle cure veterinarie e a garantire il benessere degli animali domestici, considerati veri e propri membri della famiglia.

In cosa consiste

Il programma prevede il rimborso delle spese veterinarie fino a un massimo di 150 euro per ogni tipo di prestazione eseguita, comprese visite, prelievi, vaccinazioni, interventi chirurgici e l'inserimento del microchip identificativo con registrazione all'anagrafe. La somma stanziata dal Comune per l'anno 2024 ammonta a 2mila euro, con l'obiettivo di fornire un aiuto concreto alle famiglie che possiedono animali domestici.

Chi può richiederlo

Per poter beneficiare del "Bonus amici fedeli", i cittadini devono rispettare determinati requisiti:

  • essere residente nel Comune di Pavia;
  • avere un ISEE ordinario in corso di validità senza omissioni/difformità di importo pari o inferiore a euro 14.000;
  • possedere un animale con microchip e censito nel registro dell’anagrafe della Regione Lombardia.

Per inviare la domanda al Comune è possibile compilare il modulo raggiungile CLICCANDO QUI.

"Parte integrante della famiglia"

L'Assessorato al Benessere e alla Tutela Animale, promotore del progetto, si è espresso con soddisfazione riguardo alla conferma del "Bonus amici fedeli" per il quarto anno consecutivo. Questa iniziativa, oltre a garantire l'accesso alle cure veterinarie, sottolinea l'importanza di considerare gli animali domestici non solo come compagni, ma anche come parte integrante della famiglia.

"Un progetto dell’Assessorato al Benessere e Tutela Animale arrivato alla sua quarta edizione e di cui sono molto orgogliosa – ricorda Roberta Marcone, assessore al Turismo, Commercio, Artigianato, Politiche economiche, Benessere e Tutela Animale - Poter curare il proprio animale ,che è un vero e proprio membro della famiglia, deve essere un diritto oltre che un dovere. In questo modo riusciamo a coniugare il bene degli animali e l’aiuto alle famiglie in difficoltà."

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali