Trovati con mezzo chilo di hashish, piante di marijuana e una pistola: arrestata coppia di spacciatori

I due sono un 23enne e una 49enne, entrambi pluripregiudicati per reati concernenti le sostanze stupefacenti.

Trovati con mezzo chilo di hashish, piante di marijuana e una pistola: arrestata coppia di spacciatori
Lomellina, 30 Settembre 2019 ore 11:29

Trovati con mezzo chilo di hashish, piante di marijuana e una pistola: arrestata coppia di spacciatori a Sannazzaro de’ Burgondi.

Controlli dei carabinieri

Nel tardo pomeriggio di sabato scorso, al termine di specifica e articolata indagine coordinata dalla Compagnia Carabinieri di Voghera volta alla repressione dei reati riguardanti lo spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Stazione di Sannazzaro de’ Burgondi coadiuvati dai colleghi dell’Aliquota Radiomobile di Voghera hanno controllato molti soggetti già noti per aver commesso proprio quel tipo di reati.

Mezzo chilo di hashish, piante di marijuana e una pistola

In particolar modo, i Carabinieri hanno concentrato la loro azione su una coppia che vive a Sannazzaro. Dopo il controllo e la relativa perquisizione personale, i militari, avendo certezza che i due nascondessero sostanza stupefacente, hanno deciso di estendere l’attività di ricerca presso la loro abitazione. Dalla articolata perquisizione domiciliare infatti, i Carabinieri hanno rinvenuto:

– 5 panetti di hashish, per oltre 500 grammi;
– 3 piante di cannabis;
– 2 grammi di semi di cannabis;
– 1 pistola semiautomatica, marca Beretta, cal. 6,35, con relative cartucce, illegalmente detenute;
– 1 coltello per la suddivisione dello stupefacente;
– 1 bobina di cellophane utilizzata per il confezionamento dello stupefacente.

Arrestati

I Carabinieri quindi hanno tratto in arresto L. B. (23enne, di origine magrebina ma cittadino italiano, nullafacente) e R. R. R. M., (49enne, nullafacente, dominicana) entrambi pluripregiudicati per reati contro il patrimonio e concernenti le sostanze stupefacenti. I due, espletate le formalità di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Vigevano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Pavia in attesa del processo per rispondere dei reati di “detenzione illegale di armi da sparo e munizionamento in concorso nonché di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso”.

I Carabinieri stanno continuando le indagini per risalire al canale di approvvigionamento delle sostanze stupefacenti – che potrebbe essere quello milanese senza escludere però l’alessandrino – e verificare e individuare gli eventuali complici della coppia.

LEGGI ANCHE>>

Bambina di 7 anni muore di malaria VIDEO

Monteleone è diventato la “Casa di Varenne”
TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia