SANNAZZARO DE' BURGONDI

Fuga di monossido in condominio: 10 persone in ospedale, grave una 35enne

La donna è stata portata in elisoccorso prima a Pavia e poi trasferita al Niguarda di Milano

Fuga di monossido in condominio: 10 persone in ospedale, grave una 35enne
Pubblicato:

Nel pomeriggio di oggi, mercoledì 29 maggio 2024, i Vigili del Fuoco di Pavia sono intervenuti a Sannazzaro de' Burgondi per una intossicazione da monossido. In totale 10 persone sono state portate in ospedale: grave una donna di 35 anni.

Fuga di monossido in condominio

Nel pomeriggio di oggi, un grave incidente si è verificato in un condominio di via Albino Cei a Sannazzaro de' Burgondi, dove una fuga di monossido di carbonio ha invaso l'intero edificio di sei piani.

Grave una 35enne

Una donna di 35 anni è stata trasportata d'urgenza in codice rosso al Niguarda di Milano dopo essere stata inizialmente portata a Pavia. Altri nove condomini asintomatici sono stati portati in ospedale per accertamenti, mentre uno è stato valutato sul posto senza necessità di ricovero.

Il malore

L’allarme è scattato intorno alle 15.30 quando la 35enne ha accusato un grave malore. Durante l'intervento di soccorso, i Vigili del Fuoco hanno rilevato la presenza di monossido di carbonio all'interno dell'edificio. Immediatamente, è stato attivato il protocollo per le maxi emergenze. Il gas, incolore e inodore, si era diffuso rapidamente, mettendo in pericolo tutti gli abitanti del condominio.

Fuga di monossido a Sannazzaro

Protocollo per le maxi emergenze

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti numerosi mezzi di soccorso: un mezzo speciale per le maxi emergenze dell’AREU, l’elisoccorso, un’automedica, un’auto infermieristica e quattro ambulanze. Inoltre, i Vigili del Fuoco e le Forze dell’Ordine hanno supportato le operazioni di soccorso e messo in sicurezza l'edificio.

I coinvolti

Come già detto, oltre alla 35enne in condizioni critiche, altri dieci residenti sono stati sottoposti a valutazioni mediche. Nove di loro sono stati trasportati in ospedale: quattro al San Matteo di Pavia, tre a Vigevano e due a Voghera. Fortunatamente, tutti risultano asintomatici e sono stati ricoverati per precauzione.

Accertamenti in corso

Le autorità locali stanno indagando sulle cause della fuga di gas. L'Agenzia Regionale Emergenza Urgenza (AREU) ha confermato che l'intervento tempestivo è stato cruciale per evitare conseguenze più gravi.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali