Grazie a Fondazione Comunitaria

Donati 7 nuovi escografi portatili alle USCA di Pavia

Un fondamentale strumento di approfondimento diagnostico per tutti coloro che hanno una sintomatologia da infezione riconducibile al Covid-19.

Donati 7 nuovi escografi portatili alle USCA di Pavia
Pavia, 17 Novembre 2020 ore 13:37

7 nuovi ecografi portatili per le USCA di Pavia. Gli ecografi portatili sono un fondamentale strumento di approfondimento diagnostico per tutti coloro che hanno una sintomatologia da infezione riconducibile al Covid-19 perché permettono una diagnosi a domicilio di eventuali complicanze legate all’infezione. Il direttore generale di Ats Pavia Mara Azzi ringrazia per questo prezioso risultato la Provincia di Pavia e la Fondazione Comunitaria della Provincia di Pavia Onlus.

7 nuovi ecografi portatili per le USCA

Sul territorio di Pavia le USCA – Unità Speciali di Continuità Assistenziale saranno dotate di 7 ecografi portatili. Lo ha reso noto Mara Azzi, Direttore Generale di ATS PAVIA ringraziando i promotori dell’iniziativa, Giancarlo Vitali, Presidente Fondazione Comunitaria della provincia di Pavia e Vittorio Poma, Presidente della Provincia di Pavia.

Grazie a questa donazione straordinaria, è stato possibile dotare di 7 ecografi portatili le USCA, le unità speciali per la continuità assistenziale che da marzo sono in prima linea per assistere a domicilio i pazienti COVID-19 e che necessitano di apparecchiature adatte per diagnosi tempestive e appropriate.

“Le USCA costituiscono un prezioso anello di raccordo fra i pazienti positivi, asintomatici in quarantena o sospetti positivi, i Medici di Medicina Generale e le strutture ospedaliere. Grazie al loro intervento, possiamo prenderci cura di un numero elevato di pazienti al proprio domicilio evitando il ricovero in ospedale. Potenziare la capacità diagnostica delle USCA infatti, ci permette non solo di offrire una migliore qualità dell’assistenza a domicilio, ma anche evitare un numero elevato di accessi alle strutture ospedaliere riducendo pertanto le possibilità di contagio. Ringrazio dunque la Provincia di Pavia e la Fondazione Comunitaria per questa preziosa donazione, avvenuta peraltro in tempi rapidissimi. La collaborazione tra enti e istituzioni si rivela ancora una volta un’alleata fondamentale nella lotta al virus e nella tutela della salute dei cittadini” spiega il direttore generale Mara Azzi.

Collaborazione fra enti alla base di molte iniziative e diverse donazioni nei confronti dei presidi ospedalieri del territorio. “Esprimo la mia riconoscenza nei confronti di coloro che hanno reso possibile questa iniziativa benefica che la Fondazione ha sostenuto convintamente. Non a parole ma coi fatti. Ringrazio i vertici di ATS Pavia, il presidente della Provincia Vittorio Poma e il consigliere della Fondazione Comunitaria Giovanni Arioli promotore della donazione. In un momento delicato come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia, ancora una volta, non ci siamo tirati indietro e abbiamo pensato ai medici e agli operatori sanitari del territorio che necessitano di supporto e di macchinari adeguati per portare avanti il loro difficile e rischioso compito a servizio della comunità. Ma pensando a chi cura, ci siamo, di fatto, interessati anche di chi è curato: il mio pensiero va a quanti sono stati colpiti dal virus e lottano con coraggio per sconfiggerlo. Per loro abbiamo già fatto molto anche nella scorsa primavera, basti citare la fornitura di mascherine per tutte le RSA pubbliche della provincia e i contributi elargiti al Reparto di Malattie Infettive del “San Matteo” nel campo della ricerca scientifica e all’associazione “Sole Terre”. Grazie all’acquisto di questi ecografi, la Fondazione aggiunge un mattone importante alla costruzione della sua attività filantropica” sottolinea Giancarlo Vitali, Presidente Fondazione Comunitaria della provincia di Pavia.

“In uno spirito di piena collaborazione ci siamo immediatamente attivati per soddisfare le richieste di ATS. in tempi brevissimi, poco più di una settimana, nonostante le difficoltà operative del momento, siamo riusciti ad espletare le procedure di gara e a consegnare, oggi, questa importante strumentazione medica. Questa esperienza dimostra non solo quanto sia importante ed efficace la collaborazione fra istituzioni, ma anche e soprattutto come l’Ente pubblico sia in grado di rispondere tempestivamente ai bisogni del suo territorio” aggiunge Vittorio Poma, Presidente della Provincia di Pavia.

Ottimizzare il servizio sanitario

Fornire alle USCA questo strumento significa ottimizzare il sistema sanitario territoriale, semplificando la diagnosi dei pazienti sospetti Covid e la valutazione delle strategie di cura, indirizzando i malati – quando necessario – verso i presidi più adatti, garantendo un accesso controllare alle strutture.

LEGGI ANCHE

Negazionista in ospedale a Voghera: “Liberate mia mamma, il Covid non esiste. E’ una malattia creata da Bill Gates”

TI POTREBBE INTERESSARE

Tamponi drive through anche a Pavia: arriva la tensostruttura di ATS

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia