Sanità

ASST Pavia ha assunto 15 nuovi dirigenti medici in Psichiatria

Opereranno a Pavia, in Lomellina e in Oltrepò Pavese.

ASST Pavia ha assunto 15 nuovi dirigenti medici in Psichiatria
Pavia, 15 Ottobre 2020 ore 12:32

Assunzione di 8 Dirigenti Medici disciplina di Psichiatria e utilizzo di graduatoria ai fini dell’assunzione di ulteriori 7 dirigenti medici di Psichiatria.

15 nuovi dirigenti medici in Psichiatria

A seguito della conclusione di procedura concorsuale, il Direttore Generale di ASST Pavia, Dott. Michele Brait ha disposto l’assunzione a tempo indeterminato di 6 Dirigenti Medici vincitori di concorso, con esaurimento della graduatoria dei Medici specialisti, con le seguenti destinazioni funzionali:

  • N.2 Dirigenti Medici presso l’UOC Psichiatria 57/58 Pavia
  • N.2 Dirigenti Medici presso l’UOC Psichiatria 59 Lomellina
  • N.2 Dirigenti Medici presso l’UOC Psichiatria 60 Oltrepò

Su motivata richiesta del Direttore del Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze di ASST Pavia, si è reso necessario procedere, per garantire la sostituzione di dipendenti cessati o in via di cessazione del rapporto di lavoro con ASST Pavia, all’assunzione di ulteriori 7 Dirigenti Medici di Psichiatria.

Si è conseguentemente attinto – esaurita la graduatoria di merito dei medici già in possesso del diploma di specializzazione – dalla graduatoria dei candidati iscritti all’ultimo o al penultimo anno del proprio corso di specializzazione, disponendo per 9 medici specializzandi l’assunzione a tempo determinato, con automatica assunzione a tempo indeterminato immediatamente dopo il conseguimento del prescritto diploma di specializzazione in Psichiatria.

Le destinazioni funzionali degli ulteriori 9 Dirigenti Medici sono le seguenti:

  • N. 1 Dirigenti Medici presso l’UOC Psichiatria 57/58 Pavia
  • N. 4 Dirigenti Medici presso l’UOC Psichiatria 59 Lomellina
  • N. 4 Dirigenti Medici presso l’UOC Psichiatria 60 Oltrepò

Il Dipartimento di Salute Mentale

Il Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze di ASST Pavia è una struttura ad elevata complessità, con articolazioni su tutto il territorio di competenza. La sede storica di Voghera ha rappresentato e rappresenta testimonianza della prima riforma psichiatrica in Italia. Per la prima volta, infatti, qui, fu sperimentata la dimissione di pazienti psichiatrici degenti da oltre 40 anni, restituendoli al loro tessuto territoriale di provenienza.

Tutte le procedure organizzative e cliniche sono assolutamente integrate, e vanno dalla tutela della salute mentale, a partire dalla minore età, alla presa in carico della disabilità psichica, dalla partecipazione a progetti da parte delle associazioni di volontariato, alla collaborazione con enti locali e Piani di Zona, per la promozione della salute mentale.

L’integrazione ospedale-territorio costituisce una realtà consolidata nel Dipartimento ed è impostata alla totale condivisione delle azioni diagnostiche, terapeutiche e riabilitative garantite dal S.P.D.C. (reparto psichiatrico ospedaliero), dai C.P.S. (centri psico-sociali), dalle strutture residenziali e semiresidenziali C.R.A. (centri residenziali ad alta assistenza) e dai C.D. (centri diurni).

Gli Psichiatri assegnati ai C.P.S. nelle sedi di Pavia, Lomellina e Oltrepò svolgono anche attività di reperibilità e/o guardia attiva presso il reparto ospedaliero, così pure gli Psichiatri assegnati alle strutture residenziali, creando una reale condivisione dei casi clinici tra le strutture squisitamente ospedaliere e quelle territoriali.

Focolaio Covid in convento a Mortara: morte 5 delle suore contagiate

TORNA ALLA HOME

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia