contro la malamovida

Alcol vietato fino a fine luglio, Fracassi: “Chi non rispetta le regole verrà punito”

“Le decisioni prese hanno ridotto il fenomeno della malamovida in molte aree della Città”.

Alcol vietato fino a fine luglio, Fracassi: “Chi non rispetta le regole verrà punito”
Pavia, 09 Giugno 2020 ore 16:21

Prorogata la precedente ordinanza del Sindaco di Pavia, Fabrizio Fracassi, in tema di consumo e vendita di alcol. Ecco nel dettaglio tutte le disposizioni in vigore fino al 31 luglio 2020.

Alcol vietato fino a fine luglio

Prorogate, fino al 31 luglio 2020, le precedenti disposizioni sul consumo e la vendita di alcol. Nel dettaglio:

  • Il divieto di consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione sulle aree pubbliche, compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico, dalle ore 24.00 alle ore 07.00;
  • Il divieto di vendita di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione per l’asporto negli esercizi commerciali (es. supermercati e minimarket), nelle attività artigianali da asporto nonché tramite distributori automatici, dalle ore 21:00 alle ore 07:00;
  • Il divieto di vendita da asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione da parte dei pubblici esercizi (es. bar e ristoranti), dalle ore 24.00 alle ore 07:00;
  • L’obbligo di chiusura, entro le ore 02:00, dei pubblici esercizi;
  • Il consenso, nel rispetto delle norme di sicurezza attualmente vigenti, alla consumazione di bevande solo all’interno di pubblici esercizi in sede fissa e, all’esterno di essi, nelle aree di concessione esclusivamente con servizio al tavolo.

“Chi non rispetta le  regole verrà punito”

“Le decisioni prese hanno ridotto il fenomeno della malamovida in molte aree della Città” – ha dichiarato il Sindaco di Pavia, Fabrizio Fracassi – “Ora vigileremo, con il contributo della Prefettura e di tutte le Forze dell’Ordine, affinché le norme vengano rispettate in ogni angolo di Pavia. Una grossa mano potrà venire anche dagli esercenti, che ieri hanno partecipato a una riunione in Comune, prendendo in esame l’ipotesi di impiegare degli steward per favorire il rispetto delle disposizioni sanitarie e di ordine pubblico. Anche i giovani devono dare una mano, con scelte di responsabilità. Invito inoltre i cittadini a segnalare le violazioni. Chi non rispetterà le regole verrà punito. Per quanto riguarda gli esercenti, si potrà arrivare anche alla sospensione dell’attività, sanzione che mi auguro non sia necessaria. Con il contributo di tutti riusciremo a intervenire, ne sono sicuro, sulle situazioni più a rischio, mantenendo il basso tasso di contagio che ha caratterizzato Pavia fino ad ora”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia