Facoltà di Medicina

Problemi col lettore del Green Pass ai test d'ingresso all'Università: tampone al volo per venti studenti

Alla prova di ammissione si sono presentati in 1.600 per 443 posti. I ragazzi "respinti" hanno effettuato il test rapido (a proprie spese).

Problemi col lettore del Green Pass ai test d'ingresso all'Università: tampone al volo per venti studenti
Attualità Pavia, 04 Settembre 2021 ore 10:11

Facoltà di Medicina, oltre 1.600 studenti alla prova di ammissione ieri a Pavia e c'è stato qualche problema con i Green Pass. Il lettore digitale, infatti, non ha funzionato per tutti i certificati esibiti dagli studenti: venti ragazzi hanno dovuto sottoporsi al tampone rapido per poter accedere nella struttura universitaria.

Hanno pagato di tasca propria

Problemi dunque con i Green Pass per questi venti studenti, che hanno dovuto sottoporsi al tampone pagandoselo (fra l'altro) di tasca propria. Erano per la precisione 1604 i candidati, per 443 posti (di cui 300 per il corso tradizionale e 143 per il corso in inglese inglese). Il problema è stato appunto che il lettore non riusciva a scansionare correttamente il Qr Code della carta verde esibita. A volte, quando si stampa su carta il certificato, il dispositivo fatica a leggere il codice quadrato. Ma anche con l'immagine digitale possono verificarsi problemi. Sta di fatto che su più di 1.600 questi venti si sono ritrovati alla porta. Si può immaginare la tensione del momento e gli stati d'animo. Alla fine si è deciso per un'attesa di tutti mentre i 20 ragazzi (16 stranieri e 4 italiani) si sono dovuti rivolgere a loro spese ad un laboratorio lì vicino dove hanno potuto effettuare un test antigenico rapido.

Laringo-faringei e velocissimi

Si tratta di tamponi chiamati laringo-faringei che sono in grado di dare il risultato in appena 12 minuti. L'affidabilità non è eccelsa come per i molecolari, ma in situazioni di simile emergenza si può fare di necessità virtù. Così tutti sono risultati negativi al Covid e la prova si è potuta svolgere, seppure con qualche ritardo, senza altri intoppi. Questo dunque l'ultimo aggiornamento sulla notizia del tampone rapido per venti studenti dell'Università di Pavia "respinti" dal lettore dei Green Pass.