Attualità
Vizzolo Predabissi

Donazione di organi multipla: maxi intervento la notte di Capodanno

Le cornee sono state consegnate alla Banca degli occhi dell’Ircss San Matteo di Pavia

Donazione di organi multipla: maxi intervento la notte di Capodanno
Attualità Pavia, 06 Gennaio 2023 ore 10:22

Una vita che si spegne e che diventa nuova speranza per altre persone. Questo il senso profondo della donazione di organi, un gesto di altruismo che è andato in scena anche nella notte di Capodanno con una maxi donazione.

Donazione multipla a Vizzolo Predabissi

Il donatore è stato un uomo di 50 anni a cui, nella notte di Capodanno, è stata accertata la morte cerebrale a seguito di un ictus. Al paziente sono stati asportati fegato, cornee e osso. Come racconta Prima La Martesana, si è trattato di un intervento complesso iniziato alle prime luci del 2023 e concluso dopo quasi 6 ore.

Il prelievo è stato eseguito dall’equipe di chirurgia dei trapianti arrivata dalla Asst Grande Ospedale metropolitano Niguarda supportati dal coordinamento trapianti della Asst di Melegnano e della Martesana insieme agli specialisti del reparto di Rianimazione e dal personale del blocco operatorio del nosocomio di Vizzolo.

Le cornee a Pavia

Le cornee sono state consegnate alla Banca degli occhi dell’Ircss San Matteo di Pavia mentre l’osso è stato preso subito in consegna dagli operatori della Banca regionale dei tessuti che ha sede all’Asst Pini-Cto.

Collaborazione tra più equipe

Un’operazione complessa che ha visto al lavoro diversi professionisti sanitari dell’ospedale di Vizzolo, fortemente impegnati anche nel delicato settore del prelievo di organi: da Isabella Carturan, responsabile infermieristica del coordinamento aziendale prelievo organi agli anestesisti Davide VailatiMaja PetrovEmilio Bonvecchio e Caterina Valcarenghi della Terapia intensiva diretta da Giovanni Marino fino alle infermiere Eleonora CanetteLaura Verderio e Federica Lucchini della Rianimazione. Insieme a loro la preziosa collaborazione del direttore medico dell’ospedale Predabissi, Pierangelo Sarchi, degli operatori della Neurologia e Stroke Unit diretta da Carla Zanferrari e dell’Anatomia patologica del direttore Paolo Giunta.

Generosità di fronte al dolore

"Un gesto commovente, di grande generosità, in un momento di immenso dolore che darà ai riceventi una speranza di vita migliore. Non possiamo che ringraziare i famigliari dell’uomo e tutto il personale sanitario, dai medici agli infermieri agli Oss che hanno lavorato con grande professionalità, rispetto e abnegazione tutta la notte di Capodanno, contribuendo a trasformare la sofferenza in una nuova vita", hanno sottolineato dalla Direzione generale dell'Asst Melegnano Martesana.

Seguici sui nostri canali