Idee & Consigli

Terna: a Lodi demolito il primo dei 7 tralicci nel quartiere Albarola

Terna: a Lodi demolito il primo dei 7 tralicci nel quartiere Albarola
Idee & Consigli Pavia, 13 Dicembre 2021 ore 18:03

Investimento da circa 11 milioni di euro per la razionalizzazione della rete elettrica locale. Al termine dell’intervento saranno liberati 5 ettari di territorio

In collaborazione con Adnkronos. Verranno interamente smantellati 1,6 km di linee aeree e 7 sostegni risalenti agli anni Novanta che oggi attraversano l’abitato comunale di Lodi, liberando così 5 ettari di territorio nel quartiere Albarola. Un intervento da circa 11 milioni di euro di investimento, promosso da Terna con il coinvolgimento di 15 imprese, che rientra nel più ampio piano di razionalizzazione della rete elettrica provinciale connesso alla realizzazione dell’elettrodotto Chignolo Po-Maleo ed è stato reso possibile dalla ricostruzione di tre elettrodotti in cavo interrato di circa 3,4 km, completati ed entrati in esercizio nel mese di novembre.

“L'intervento di oggi è stato preceduto dalla rimozione dei conduttori, cioè dei fili che portano l'energia elettrica”, spiega Matteo Pagliardi, Responsabile Realizzazione Locale – Dipartimento Nord Ovest di Terna, che aggiunge: “L'operazione permette di liberare un'area sotto i conduttori che è pari a circa 5 ettari di territorio e di migliorare la trasmissione dell'energia elettrica. Quest'intervento fa parte di un progetto più ampio della razionalizzazione della rete elettrica nella provincia di Lodi conseguente alla realizzazione dell'elettrodotto della Chignolo Po-Maleo".

"Si tratta di un intervento importante che va ad eliminare tutti i tralicci dell'alta tensione in città con la sostituzione per interramento”, osserva il sindaco di Lodi, Sara Casanova. “Per il Comune di Lodi – aggiunge – temi come green e sostenibilità sono molto importanti, abbiamo fatto interventi sulle piste ciclabili e sulla riforestazione. A tal proposito a breve inizierà un nuovo progetto che prevede, nel parco dell'Isolabella, l'innesto di circa cinquemila nuove piante".

Ma non sono gli unici interventi in programma nell’area. Nel lodigiano, infatti, Terna prevede un ulteriore piano di riassetto della rete elettrica. È in corso di autorizzazione un progetto che riguarda gli elettrodotti che la società ha acquisito da Rete Ferroviaria Italiana nel 2015 e che riguarderà i comuni di Lodi e Tavazzano con Villavesco. L’intervento prevede, complessivamente, la realizzazione di nuove linee in cavo interrato per circa 6 Km, la demolizione di 5,7 Km di linee aeree e la delocalizzazione di un elettrodotto aereo di circa 2,5 Km.

La Lombardia si conferma una regione strategica per Terna che, a livello regionale, gestisce oltre 8.000 km di linee in alta e altissima tensione e 134 stazioni elettriche. Inoltre, nell'ambito del Piano Industriale 2021-2025 "Driving Energy", sono previsti investimenti per oltre 520 milioni di euro per lo sviluppo e la resilienza della rete elettrica regionale in funzione della transizione energetica, che coinvolgeranno oltre 120 imprese e circa 600 addetti alle lavorazioni.