Venerdì 15 gennaio

Anche il Sindaco Fracassi oggi in piazza a manifestare a fianco di ristoratori, baristi e commercianti pavesi

Un esplicito gesto di sostegno alle richieste dei manifestanti. 

Anche il Sindaco Fracassi oggi in piazza a manifestare a fianco di ristoratori, baristi e commercianti pavesi
Cronaca Pavia, 15 Gennaio 2021 ore 06:38

Oggi, venerdì 15 gennaio 2021 si svolgerà in piazza della Vittoria la manifestazione “Basta stare in silenzio” promossa da ristoratori, baristi e commercianti pavesi: il sindaco Fracassi annuncia la sua partecipazione, insieme all’assessore Marconi.

“Basta stare in silenzio”

L’Amministrazione comunale ha comunicato la propria piena solidarietà alla manifestazione “BASTA STARE IN SILENZIO”, promossa da ristoratori, baristi e commercianti pavesi e organizzata in Piazza della Vittoria (venerdì 15 gennaio 2021, dalle 18:00 alle 20:00) allo scopo di sensibilizzare il Governo sulla drammatica situazione del lavoro.

Presente anche il Sindaco Fracassi

Ha annunciato, inoltre, la presenza del Sindaco di Pavia, Mario Fabrizio Fracassi, e dell’Assessore al Commercio e alle Politiche Economiche, Roberta Marcone, come esplicito gesto di sostegno alle richieste dei manifestanti.

Il Sindaco: “Siamo e saremo sempre dalla parte dei lavoratori e in particolare di quei lavoratori che stanno sopportando più di altri il peso della crisi, come gli autonomi. Questa vicinanza la dimostriamo non solo a parole, ma sollecitando costantemente il Governo ad adottare ristori adeguati e a permettere alla gente di lavorare, pur nel rispetto delle indispensabili precauzioni igienico-sanitarie. Davvero non passa giorno, non c’è riunione, in cui le legittime richieste di chi domanda solo di poter sopravvivere non vengano da noi ribadite. Questa Amministrazione, oltre ad aver distribuito aiuti diretti, per quanto possibile, si è fatta ambasciatrice del grido di dolore dei cittadini in tutte le sedi istituzionali e continuerà a farlo”.

“Insisteremo senza fermarci, finché Pavia non verrà ascoltata anche a Roma. Quello che è stato fatto non basta, è evidente. Senza contare l’altalena di provvedimenti, spesso contraddittori, quasi sempre comunicati senza preavviso, che impedisce di organizzarsi e provoca un danno ulteriore a chi deve gestire la propria attività. Serve una linea precisa, non un ondeggiare costante che ha provocato in più di un caso investimenti inutili e perdite evitabili di denaro a categorie già in forte difficoltà. Venerdì, alla manifestazione spontanea promossa da Edoardo Verri e Paola Tronconi io ci sarò, così come l’Assessore al commercio Marcone ed altri esponenti della mia maggioranza. Sono sicuro che la partecipazione sarà ampia. Qui non si tratta di contrapporre salute e lavoro: è un concetto sbagliato. Qui si tratta di garantire sia la salute che il lavoro, entrambi fonte di vita”.

“Pieno appoggio alle categorie colpite dalle chiusure”

Assessore Marcone: “Ribadisco il pieno appoggio alle categorie colpite dalle chiusure e dalla mancanza di ristori efficaci. Lo Stato ha gli strumenti per intervenire: quindi lo faccia. È difficile dar da mangiare ai propri figli con le belle parole, gli annunci, le mance. È venuto il momento di dare un nuovo segnale. Domani saremo in piazza, compatti, a una manifestazione trasversale, organizzata nel rispetto delle regole. Non ci saranno protagonismi, non ci saranno strumentalizzazioni: ci sarà l’unità di chi vuole mettersi al servizio di una battaglia di giustizia. Invito tutti i commercianti, anche chi non potrà esserci, ad accendere la luce del proprio esercizio, in segno di solidarietà, e invito tutti gli altri cittadini a fare lo stesso, mettendo un lume sul proprio davanzale. Sarà un modo, pur non potendo essere tutti in piazza, per evitare assembramenti, per far capire che siamo in tanti”.

LEGGI ANCHE:

#Ioapro1501: la Prefettura di Pavia invita a sospendere ogni forma di protesta

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità