Politica

“A nove mesi dalla pandemia cosa si è fatto per le RSA? Bisogna intervenire subito”

A marzo e aprile le case di riposo sono state teatro di un numero drammatico di decessi.

“A nove mesi dalla pandemia cosa si è fatto per le RSA? Bisogna intervenire subito”
Politica Pavia, 09 Dicembre 2020 ore 14:04

A marzo e aprile in molte Rsa, le ‘case di riposo’, della Lombardia si è consumato un dramma. Lasciate sole dalla Regione, impreparate a un evento come l’emergenza Covid-19, le residenze sanitarie assistenziali sono state teatro di un numero drammatico di decessi. D’altra parte, i loro ospiti sono le vittime perfette del virus: sono anziani, cronici, pluripatologici e vivono in comunità.

“A nove mesi dalla pandemia cosa si è fatto per le RSA? Bisogna intervenire subito”

Bisogna intervenire subito”, chiede a gran voce Giuseppe Villani, consigliere regionale del Pd. “A nove mesi dall’inizio della pandemia la Regione ha inondato i servizi sociosanitari di raccomandazioni e protocolli, ma il sostegno ad affrontare il virus è un’altra cosa”, dice e per questo sostiene una proposta di Piano regionale per le Rsa presentata dai dem.

Il contenuto della proposta

Questo il cuore della questione: “Chiediamo innanzitutto la disponibilità di test per monitorare settimanalmente tutti gli operatori sociosanitari in servizio e il personale addetto ai servizi generali – spiega Villani –. La possibilità di testare gli ospiti almeno una volta alla settimana deve servire a mettere tempestivamente in isolamento i positivi, anche asintomatici. Serve una disponibilità certa di strutture di supporto per trattare questi pazienti, nel caso in cui la Rsa non abbia sufficienti spazi. È necessaria la messa a disposizione senza formalità burocratiche di medici specialisti da parte degli ospedali per consulenze e supporto al personale medico delle Rsa. È poi importantissimo stabilire una progressiva possibilità di visite per i parenti in sicurezza, in relazione all’andamento epidemiologico e alla disponibilità di testare le persone all’ingresso con test rapidi. Le Rsa devono avere da parte della Regione la garanzia di una fornitura costante di dispositivi di protezione individuale qualora si dovesse tornare in una situazione di scarsità come successo nella prima ondata”.

Istituire un tavolo regionale

Infine, il consigliere e il Gruppo Pd chiedono l’istituzione rapida di un Tavolo regionale con la partecipazione di specialisti e gestori per monitorare le misure contro il Covid-19 nelle residenze. “Speriamo proprio che il presidente Attilio Fontana e il suo assessore al Welfare Giulio Gallera, con la loro maggioranza, sappiano cogliere lo spirito costruttivo di queste proposte. Lo chiediamo per i nostri anziani: qui la politica non c’entra niente”, conclude Villani.

LEGGI ANCHE

I commercianti di ‘Voghera da Scoprire’ cantano “Let it snow” VIDEO

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità