Pavia

Pronti gli aiuti economici del Comune a favore delle persone in difficoltà causa Covid

Ecco tutte le informazioni necessarie.

Pronti gli aiuti economici del Comune a favore delle persone in difficoltà causa Covid
Pavia, 17 Agosto 2020 ore 17:29

Covid-19, pronti gli aiuti economici del Comune a favore delle persone in difficoltà.

Il Comune di Pavia ha predisposto una serie di aiuti economici rivolti a soggetti che versino in particolari situazioni di disagio economico o sociale derivanti dall’emergenza Covid-19 (es. perdita del posto di lavoro, consistente riduzione dell’orario di lavoro e quindi del reddito, mancato rinnovo di contratti a termine, cessazione di attività libero-professionale, decesso o malattia grave di uno dei componenti del nucleo familiare).

Gli aiuti del comune

Si tratta, nel dettaglio, di:

1. Interventi di integrazione del reddito (es. sostegno al pagamento delle spese mediche e di talune utenze domestiche) nonché interventi volti a garantire il mantenimento dell’alloggio in locazione (100.000 € complessivi);
Gli aiuti, che verranno erogati per un massimo di 500 € ciascuno, sono destinati a chi:
• risulti regolarmente residente all’anagrafe del Comune di Pavia nel corso dell’anno 2020;
• sia in possesso di un’attestazione I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) in corso di validità alla data di presentazione della domanda di contributo, valida per tutti i componenti del nucleo familiare e riferita alla situazione economica dell’anno 2019, dalla quale risulti un indicatore pari o inferiore a 18.000 €.
E, per quanto riguarda gli interventi di sostegno al pagamento del canone di locazione:

• sia in possesso di un contratto di locazione a uso abitativo regolarmente registrato (escluse le categorie catastali di pregio);
• risieda da almeno 1 anno nell’alloggio di riferimento;
• non sia stato sottoposto a provvedimento di sfratto;
• non sia proprietario di alloggio “adeguato” (secondo i criteri stabiliti da “Misura Unica” di Regione Lombardia) nel territorio regionale.
Il Settore servizi sociali, politiche abitative e sanità è a disposizione per ulteriori informazioni circa le modalità di ottenimento degli aiuti al numero 0382.399559, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle 12.00.
2. Contributi in sostituzione del pagamento/rimborso della TARI (100.000 € complessivi); Per quanto riguarda il contributo sostitutivo della TARI, possono presentare domanda di ammissione i nuclei famigliari che:
• risultino regolarmente residenti all’anagrafe del Comune di Pavia nel corso dell’anno 2020;
• risultino intestatari di utenza TARI relativa ad alloggio a uso di abitazione principale.
[Non possono essere presentate domande di contributo riguardanti locali commerciali, abitazioni accatastate alle cat. A1, A8 e A9 e qualunque altro immobile diverso dall’abitazione principale].
• siano in possesso di un’attestazione I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) in corso di validità alla data di presentazione della domanda di contributo, valida per tutti i componenti del nucleo familiare e riferita alla situazione economica dell’anno 2019, dalla quale risulti un indicatore pari o inferiore a 18.000 €.
La domanda di contributo, sottoscritta dal titolare dell’utenza TARI e presentata insieme all’attestazione I.S.E.E. e alla copia fotostatica di un documento di riconoscimento del sottoscrittore – entrambi in corso di validità -, dovrà essere compilata utilizzando esclusivamente il modulo predisposto dal Comune, che verrà reso disponibile sul sito
internet del Comune di Pavia (www.comune.pv.it) nell’area Pari Opportunità, Politiche dei Tempi, Volontariato, Politiche Sociali -> Servizio di Promozione Sociale, Sanità e Cimiteri ->

Attività e Procedure da lunedì 17 agosto 2020, unitamente al Bando di erogazione dei contributi.

Le domande

Gli interessati dovranno far pervenire le domande entro e non oltre giovedì 15 ottobre 2020 ore 12.00, esclusivamente per via telematica, al seguente indirizzo:  protocollo@pec.comune.pavia.it. I soggetti in possesso dei requisiti saranno poi inseriti in apposita graduatoria, formulata in base ai valori I.S.E.E. di ciascun richiedente secondo un ordine crescente (valore più basso = maggiore probabilità di ottenere il contributo).
La concessione dei contributi a copertura della TARI per l’anno 2020 avverrà mediante scorrimento della graduatoria fino all’esaurimento delle risorse disponibili. L’ordine di inserimento nella graduatoria sarà determinato, nel caso di attestazioni I.S.E.E. di pari importo:
• dal numero dei componenti del nucleo familiare;
• in caso di parità: dalla presenza di anziani ultra 65enni nel nucleo familiare.
•in caso di ulteriore parità: verrà favorito il nucleo familiare con l’anziano di età più elevata.
Nel caso in cui il contribuente abbia già provveduto al versamento della TARI, il contributo spettante verrà erogato a titolo di rimborso mediante bonifico bancario, previa indicazione del codice IBAN.
Nel caso in cui il contribuente non abbia ancora versato importi ai fini TARI, la cifra corrispondente al contributo verrà decurtata da quanto normalmente dovuto.

Il Settore servizi sociali, politiche abitative e sanità è a disposizione per eventuali ulteriori informazioni al numero 0382. 399506, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle 12.00.

Il commento dell’Assessore

“È un intervento sostanzioso dal punto di vista economico e impegnativo per un comune come Pavia, ma avevamo promesso ai cittadini di non lasciarli soli di fronte all’emergenza e abbiamo mantenuto la promessa fatta” – ha dichiarato l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Pavia, Anna Zucconi – “Abbiamo anche innalzato il tetto I.S.E.E. normalmente previsto per far arrivare gli aiuti ad ancora più persone. C’è stato un grande lavoro alla base e gli uffici non si sono fermati neanche nel mese di agosto. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato al provvedimento. Al momento, non è possibile fare previsioni sul numero di persone interessate, trattandosi di misure di sostegno attivabili a domanda, ma crediamo che saranno in tanti a usufruirne. Restiamo a disposizione per qualunque ulteriore chiarimento. Il Comune c’è”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia