pavia

Festa della Repubblica: martedì 2 giugno 2020 riaprono i Musei Civici

Il Comune di Pavia apre al pubblico il cortile del Castello Visconteo e le sale museali al piano terra dei Musei Civici.

Festa della Repubblica: martedì 2 giugno 2020 riaprono i Musei Civici
Pavia, 01 Giugno 2020 ore 15:59

2 giugno: si riparte! Apertura dei Musei Civici: lancio del progetto in LIS “Musica in Museo”, pubblicazione del video “Monna Lisa who?” di Karmachina, un dono musicale del Centro di Musica Antica della Fondazione Ghislieri.

Martedì 2 giugno 2020, riaprono i Musei Civici

Martedì 2 giugno 2020, in occasione della Festa della Repubblica Italiana, il Comune di Pavia apre al pubblico il cortile del Castello Visconteo e le sale museali al piano terra dei Musei Civici.

Dalle ore 10.00 alle 18.00 sarà possibile visitare il lapidario sotto i porticati, il Museo Archeologico (con i vetri romani, le oreficerie longobarde, i plutei di Santa Maria Teodote) e la Sezione Romanica e Rinascimentale (con i portali delle chiese romaniche, i mosaici pavimentali del XII secolo, la cupola della chiesa di S. Agata al Monte).

Momenti musicali

Alle ore 11, 12, 15, 16, e 17 dai loggiati al primo piano del Castello saranno realizzati alcuni preziosi momenti musicali per accompagnare la riapertura dei Musei, a cura del Centro di Musica Antica della Fondazione Ghislieri ed eseguiti da: Jonathan Pia e Matteo Macchia, trombe barocche; Marta Redaelli e Federico Fiorio, soprani; Silvia Capobianco, alto; Roberto Rilievi, tenore; Matteo Bellotto, basso. Sette artisti di Coro e Orchestra Ghislieri che hanno deciso di fare un dono musicale alla città per celebrare questo momento speciale. Una performance raffinata, smaterializzata ma in piena risonanza con l’atmosfera del luogo: due trombe barocche alterneranno le loro festose fanfare con i madrigali eseguiti dai cinque polifonisti.

In tutta sicurezza

L’ingresso ai Musei sarà al prezzo promozionale di 1 euro, gratuito come di consueto per under 26 e over 70.

L’accesso agli spazi avverrà nel rispetto delle norme e dei protocolli previsti dai decreti ministeriali e dalle ordinanze regionali, in particolare con la rilevazione della temperatura dei visitatori al momento dell’ingresso, cartelli sulle misure di prevenzione da rispettare, dispenser di soluzioni igienizzanti per le mani e guanti monouso per la consultazione di cataloghi e gadget, percorsi a senso unico e separazione dei flussi per evitare assembramenti.

Il numero massimo di visitatori ammessi nella struttura contemporaneamente è pari a 55.

È obbligatorio l’uso della mascherina.

Prenotazione (non obbligatoria): prenotazionimc@comune.pv.it, 0382 399770

Gli appuntamenti online

Sempre da martedì 2 giugno saranno disponibili online, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube dei Musei Civici di Pavia, due nuovi contenuti multimediali.

Il primo è il teaser del nuovo progetto “Musica in Museo. La canzone d’autore nella Lingua dei Segni italiana”, promosso dal Comune di Pavia in adesione all’invito del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo per valorizzare l’utilizzo dei canali online e portare arte e cultura direttamente nelle case.

All’interno di questa iniziativa si è pensato di proporre la realizzazione di 5 video musicali di famose canzoni d’autore italiane, interpretate da artisti locali, e arricchiti dalla presenza di un LIS performer.

L’esecuzione di brani in LIS oltre che andare a interessare una categoria di persone che più di altri sta soffrendo questa emergenza (basti pensare come per le persone sorde sia penalizzante l’uso della mascherina che di fatto esclude la possibilità di leggere il labiale) è una espressione artistica degna di attenzione. Quando la Lingua dei Segni e la cultura sorda si fondono con l’arte e la musica si entra in un vortice di emozioni che esplodono energia grazie a mani, corpi e passione capaci di abbattere le barriere della comunicazione.

Grazie a “Il Maestro e Margherita Fotografia” sono stati realizzati, nelle sale museali Quadreria dell’800 e Gipsoteca, cinque videoclip di canzoni d’autore italiane (Lucio Battisti, Fabrizio De Andrè, Francesco De Gregori, Rino Gaetano, Negrita) eseguite da Filippo Milani con Riccardo Maccabruni, Valerio Bifulco, Beatrice Campisi con Max Alloisio, Alessandro Savino, Camilla Pozzi con Riccardo Maccabruni.

A far “cantare” questi brani nella Lingua dei Segni Italiana sarà il LIS performer Mauro Iandolo.

Il secondo contenuto, sempre disponibile online dal 2 giugno, è “Monna Lisa who?”, un video di oltre 13 minuti che permette di rivivere da casa la coinvolgente esperienza immersiva proposta ai visitatori della mostra “Looking for Monna Lisa” nello spazio di Santa Maria Gualtieri.

Il mistero sull’identità della Monna Lisa e il rapporto tra Leonardo e Pavia sono i due temi affrontati nel racconto multimediale prodotto da Karmachina. Le straordinarie immagini dei disegni e dei dipinti di Leonardo – e degli artisti suoi contemporanei presenti nelle collezioni dei Musei Civici – sono animate e rese vive per narrare le vicende del genio fiorentino alla corte di Ludovico il Moro e per provare a dare una risposta alla domanda “Chi era Monna Lisa?”, appunto: “Monna Lisa who?”.

Per informazioni: 

  • Comune di Pavia, Settore Cultura, Turismo, SUAP e Commercio, Eventi e Brand Territoriale – Coordinamento Attività Culturali – 0382.399343 – cultura@comune.pv.it
  • Musei Civici – 0382.399770 – museicivici@comune.pv.it

TORNA ALLA HOME

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia