Cronaca
Inverno e Monteleone

Vanno a mangiare una pizza e al momento del conto estraggono una pistola: arrestati

Si è scoperto che due di loro erano responsabili anche di un recente reato pregresso.

Vanno a mangiare una pizza e al momento del conto estraggono una pistola: arrestati
Cronaca Pavese, 22 Agosto 2021 ore 12:20

I militari della Stazione di Corteolona e Genzone (PV) hanno tratto in arresto in flagranza di reato 3 pregiudicati: D.S.Z., 50enne italiano, residente a Milano; Z.G., 37enne, italiano, domiciliato a Cilavegna (PV); M.A., 50enne, albanese, residente a Vigevano (PV); resisi responsabili del reato di “estorsione in concorso”.

Per non pagare la pizza estraggono la pistola

Il trio, nella serata di ieri, sabato 21 agosto 2021, dopo aver cenato presso la pizzeria “Sesto Senso” di Inverno e Monteleone - quando è stato il momento di pagare, anziché saldare il conto - hanno estratto una pistola e minacciato platealmente il titolare della pizzeria per poi allontanarsi dal locale. Allertato ed attivato subito il 112 da parte dei titolari del pubblico esercizio per il grave atto subito, sono scattate le immediate ricerche messe in atto dall’intero dispositivo della Compagnia Carabinieri di Stradella presente sul territorio che in pochi minuti, grazie alla tempestività dell’azione, ha consentito di rintracciare e bloccare i tre malviventi ancora nel Comune di Inverno e Monteleone mentre cercavano di darsi alla fuga.

Arrestati

Durante la perquisizione veicolare è stata rinvenuta la pistola, rivelatasi poi essere una scacciacani priva del tappo rosso, che è stata posta sotto sequestro dagli operanti. I tre arrestati, al termine delle formalità, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Pavia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Gli accertamenti svolti nell’immediatezza dei fatti hanno inoltre consentito di identificare chiaramente i primi due soggetti quali responsabili di un analogo reato perpetrato il 9 agosto, sempre a Inverno e Monteleone, a danno di un cittadino straniero, per il quale erano in corso specifiche attività di indagine da parte dei Carabinieri che così hanno, nel contempo, non solo dato risposta a un reato in corso ma altresì risolto e dato un volto ad un ulteriore crimine compiuto recentemente dai medesimi soggetti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter