Cronaca
Vive a Cerro Maggiore

Ubriaco per strada a Mortara chiama i carabinieri perché non sa come tornare a casa

Gli agenti hanno chiamato sul posto anche il personale del 118 che voleva portarlo in ospedale ma il 41enne ha rifiutato le cure

Ubriaco per strada a Mortara chiama i carabinieri perché non sa come tornare a casa
Cronaca 10 Gennaio 2023 ore 09:27

Ancora si ignora il modo in cui lo abbia fatto ma ha percorso più di 50 chilometri e poi si è perso, non conosceva più la via del ritorno.

In stato di ebbrezza

È successo nella notte tra venerdì 6 e sabato 7 gennaio 2023. Un uomo di 41 anni residente nel Milanese a Cerro Maggiore ha percorso oltre 50 chilometri senza sapere come lo ha fatto. Poco dopo le 3 di notte si è ritrovato a Mortara in evidente stato di ebbrezza e non sapeva più come tornare a casa.

Lontano dalla sua abitazione, l'uomo si è sentito solo e non sapendo a chi chiedere aiuto ha pensato di rivolgersi ai carabinieri. Le forze dell'ordine hanno capito subito che non si sentiva bene e che era in preda ai fumi dell'alcol e sono intervenuti. Hanno inviato una pattuglia in corso Ludovico Ariosto dove si trovava il 41enne che tra l'altro è risultato avere diversi precedenti di polizia.

Corso Ariosto a Mortara:

Ha rifiutato il trasporto in ospedale

Temendo per le sue condizioni di salute, i militari hanno fatto arrivare sul posto anche un'ambulanza. Il personale sanitario ha visitato il poveretto sul posto e gli ha proposto il trasporto in ospedale per accertamenti. Ma il 41enne non si sentiva più così male, tutto quello che voleva era tornare a casa a Cerro Maggiore e così ha rifiutato la proposta degli operatori.

Il personale del 118 non ha potuto fare altro per aiutare l'uomo e ha concluso il suo intervento, nemmeno i carabinieri potevano fare molto per la sua situazione. Nel frattempo ha riacquistato un po' di lucidità, si è probabilmente pentito di aver chiamato le autorità da ubriaco e ha allontanato gli agenti dicendo loro che avrebbe trovato da solo un modo per ritornare a casa.

 

 

 

Seguici sui nostri canali