Cronaca
Tragico epilogo

Trovato morto impiccato a un albero Giacomo Sartori, scomparso da una settimana

Si è conclusa nel peggiore dei modi la scomparsa del 30enne informatico. Giacomo Sartori si è tolto la vita.

Trovato morto impiccato a un albero Giacomo Sartori, scomparso da una settimana
Cronaca Pavese, 24 Settembre 2021 ore 12:34

Tragico epilogo nella scomparsa di Giacomo Sartori, il 30enne informatico, di cui si erano perse le tracce nella serata di venerdì 17 settembre 2021. Nella mattinata è stato ritrovato il suo corpo: il giovane si sarebbe tolto la vita impiccandosi ad un albero con un cavo elettrico. 

Trovato il corpo di Giacomo Sartori impiccato ad un albero

Il ritrovamento è avvenuto a circa 100 metri dalla sua auto, trovata parcheggiata nel pomeriggio di mercoledì a Casorate Primo, nei dintorni di Cascina Cajella.

Nei giorni scorsi le campagne circostanti la cascina sono state battute dai Vigili del Fuoco e dai numerosi volontari che in questa settimana si sono concentrati nelle ricerche del giovane. Da capire anche cosa possa aver spinto il giovane a togliersi la vita. Possibile che il furto dello zaino possa averlo turbato a tal punto?

La scomparsa

Giacomo venerdì sera si trovava in un locale di Milano con alcuni amici. Come si accorge del furto del suo zaino, al cui interno vi erano le chiavi di casa, il portafoglio e due computer (uno personale e uno aziendale) decide di abbandonare gli amici per tornare a casa. Ma a casa non è mai arrivato. Sono le 23.30 di venerdì quando in un fotogramma ripreso dalle telecamere nei pressi del locale milanese si intravede il giovane. 

L'analisi delle celle telefoniche poi agganciano il suo cellulare alle 2.30 della notte tra venerdì 17 e sabato 18 settembre a Casorate Primo. Ma anche la cella di Motta Visconti registra l'accensione del cellulare alle 7.15 di sabato mattina. Poi il nulla.

Fino al tragico ritrovamento di oggi.