Cronaca

Travolse e uccise ciclista: arrestato pirata accusato di omicidio stradale

Riconosciuto anche tramite la comparazione del Dna.

Travolse e uccise ciclista: arrestato pirata accusato di omicidio stradale
Cronaca Pavese, 22 Giugno 2019 ore 14:18

Travolse e uccise ciclista a Cesano Boscone: arrestato pirata accusato di omicidio stradale.

Travolse e uccise ciclista: arrestato pirata accusato di omicidio stradale

Aveva investito Rasarantam Saruanathan, 39enne originario dello Sri Lanka, mentre era in sella alla sua bici lungo la Strada Nuova Vigevanese. Poi lo aveva lasciato lì, agonizzante. L’ha trascinato per 50 metri sull’asfalto, travolto da un’auto nera di grossa cilindrata, con targa tedesca, secondo le primissime ricostruzioni.

Indagini immediate

Come riporta GiornaledeiNavigli.it, le indagini sono partite serrate per individuare il responsabile della morte dell’uomo, in Italia per rifarsi una vita e spedire qualche soldo alla famiglia. Il primo indiziato era un 21enne di Casorate Primo, ma secondo le indagini dei carabinieri della Compagnia di Corsico alla guida c’era un suo famigliare che ha fatto di tutto per non essere scoperto.

La comparazione del Dna

I militari guidati dal capitano Pasquale Puca e dal tenente Armando Laviola sono riusciti a individuare il vero responsabile che dovrà ora rispondere di omicidio stradale. Gli investigatori hanno analizzato le intercettazioni e effettuato la comparazione del Dna con la raccolta di tracce ematiche rinvenute nell’abitacolo dell’auto pirata e il materiale biologico raccolto di nascosto nei confronti dei familiari dell’indagato.

Il responsabile

Il pirata della strada è Carlo Zacco, 48enne pluripregiudicato per armi e droga, figlio del narcos Antonino. Un cognome noto a Cesano: la famiglia Zacco è finita più volte nelle carte delle inchieste per legami con la criminalità organizzata palermitana. Zacco si trova ora nel carcere di San Vittore.

LEGGI ANCHE: Si nasconde nell’armadio per sfuggire ai carabinieri: individuato e arrestato

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE