Tornano sul “luogo del delitto” e vengono riconosciute: denunciate

Sono ritornate nel ristorante dove due settimane prima avevano rubato una borsetta ad una cliente: a riconoscerle è stato il gestore del locale

Tornano sul “luogo del delitto” e vengono riconosciute: denunciate
Pavia, 24 Novembre 2019 ore 11:44

Tornano sul “luogo del delitto” e vengono riconosciute: denunciate due straniere di 43 e 32 anni. Avevano rubato una borsetta ad una cliente in un ristorante due settimane prima.

Tornano sul “luogo del delitto” e vengono riconosciute

Nel primo pomeriggio di venerdì 22 novembre 2019 il gestore di un ristorante del centro storico di Pavia ha richiamato l’attenzione di un equipaggio della Volante in transito segnalando che all’interno dell’esercizio vi erano due donne sospettate di essere le autrici di un furto avvenuto due settimane prima ai danni di una cliente.

L’identificazione

Gli operanti hanno così immediatamente proceduto al controllo delle due donne, S.E.I., originaria della Russia di 43 anni e Z.M.I., cittadina bulgara di 32 anni, che hanno riferito di abitare a Milano e di essere giunte a Pavia in treno.

I primi accertamenti condotti dalla centrale Operativa hanno però da subito insospettito gli Agenti, in quanto a carico di entrambe sono risultati numerosi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio.

Le immagini di videosorveglianza

I dubbi sono stati immediatamente confermati dalla visione delle immagini di videosorveglianza, che hanno documentato che il 12 novembre scorso le due donne, approfittando di un momento di distrazione di una cliente del ristorante, le avevano rubato la borsetta, con all’interno 400 euro in contanti, un iPhone, numerosi documenti ed effetti personali ed alcune carte di credito.

Entrambe sono state dunque accompagnate in Questura e sottoposte a perquisizione, che però ha dato esito negativo. Sussistendo evidenti elementi probatori a loro carico, sono state denunciate all’A.G. per furto aggravato in concorso.

Un altro furto

Successivamente, in Sala Operativa è giunta una telefonata da parte dell’esercente di un bar, che ha segnalato che, sempre nel primo pomeriggio di venerdì era stata rubata una borsa ai danni di una cliente e che nella circostanza erano state notate due donne straniere allontanarsi frettolosamente.

Nonostante fosse trascorso molto tempo dal fatto, gli Agenti dell’UPGSP non si sono persi d’animo e si sono messi alla ricerca della refurtiva, ipotizzando che potesse essere stata nel frattempo abbandonata nel centro di Pavia. In effetti, nella vicina via Siro Comi, è stata ritrovata la borsa con all’interno tutto il suo contenuto (cellulare, assegni, documenti) ad eccezione di 400 euro in contanti ed alcune carte di credito, il tutto prontamente riconsegnato alla vittima.

La conferma del furto

Nella mattinata di sabato sono state individuate alcune telecamere di videosorveglianza nelle immediate vicinanze del locale in cui è avvenuto il furto nel pomeriggio di venerdì. La visione delle immagini ha confermato che a commettere il furto sono state le due donne già denunciate per il furto di due settimane fa. 

Pertanto, le due cittadine straniere sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria anche per quest’ultimo furto e nei loro confronti sono state già avviate le procedure per l’emissione del foglio di via obbligatorio, al fine di inibirne il ritorno a Pavia.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia