Sindacato medici Pavia: bilancio 2019 e bando per 8 nuovi anestestisti

Non si dimentichi il fenomeno delle aggressioni al personale sanitario.

Sindacato medici Pavia: bilancio 2019 e bando per 8 nuovi anestestisti
Pavia, 02 Gennaio 2020 ore 15:55

Il sindacato dei medici e dei biologi più rappresentativo nell’azienda ASST-PAVIA considera positivo l’anno appena passato per diversi aspetti che meritano di essere condivisi.

Sindacato medici Pavia: bilancio 2019

Bruno Nicora

Innanzitutto il dialogo tra la direzione e la parte sindacale è stato”vivo” denso di confronti che hanno portato ad approfondire ulteriormente le “zone grigie” del contratto nazionale. Il contributo reale, ad avviso del segretario aziendale Dr.Bruno Nicora, è stato quello di promuovere il convegno di Milano dell’11 Ottobre scorso organizzato dalla dirigenza regionale del sindacato. I rappresentanti delle ASST lombarde si sono confrontati con i sindacati, i vertici politici e amministrativi della regione Lombardia e magistrati per definire e chiarire i”raggi d’azione” sulla gestione dell’orario di lavoro di tutte le parti.

Assunzione di 8 anestesisti rianimatori

Tuttavia la novità è l’entrata in vigore del contratto nazionale 2016-2019 che vede modificare sia la parte normativa che quella economica. L’ANAAO ASSOMED aziendale non può considerare il 2020 come un anno di “normale amministrazione” se si tiene conto della grande fuga dei professionisti della sanità verso il congedo pensionistico e le strutture private. Inutile sottolineare come i pronto soccorsi e i servizi di anestesia e rianimazione siano a livello nazionale, e locale, in carenza cronica di medici e l’ANAAO ASSOMED non può che accogliere come segnale di impegno positivo la pubblicazione di un bando di assunzione di 8 anestesisti rianimatori.

Ma non scordiamo le aggressioni al personale…

La segreteria aziendale Anaao Assomed intende tenere vivo i l confronto e l’attenzione non solo sulle questioni “tipiche sindacali” ma anche sulla libera professione dei medici, tenendo conto che la Regione ha emesso le linee guida: “I colleghi contattano la nostra segreteria ogni giorno sia per delucidazioni che informazioni pratiche sulle polizze assicurative segno che la “Legge Gelli” ancora non è stata del tutto metabolizzata da noi medici. Non si dimentichi, infine, il fenomeno delle aggressioni al personale sanitario: nel 2019 si sono registrate più di 100 episodi, vale a dire 1 ogni 3 giorni”.

LEGGI ANCHE>> Ubriachi al pronto soccorso: stanchi dell’attesa aggrediscono i sanitari

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia