San Matteo: massimo riconoscimento, assegnati ancora 3 Bollini Rosa

Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, premia 335 ospedali “in rosa”.

San Matteo: massimo riconoscimento, assegnati ancora 3 Bollini Rosa
Pavia, 12 Dicembre 2019 ore 14:39

Tre Bollini Rosa al Policlinico San Matteo. Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, premia 335 ospedali “in rosa”.

San Matteo: massimo riconoscimento, assegnati 3 Bollini Rosa

Il San Matteo, come avvenuto nelle precedenti quattro edizioni della manifestazione, ha ricevuto, per il biennio 2020-2021, da Fondazione Onda 3 Bollini Rosa: il riconoscimento che l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere attribuisce dal 2007 agli ospedali attenti alla salute femminile e che si distinguono per l’offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali malattie delle donne.

Il Policlinico San Matteo di Pavia è tra le 96 strutture ospedaliere ad aver ottenuto il massimo riconoscimento: tre bollini.

L’assegnazione dei Bollini Rosa

La valutazione delle strutture ospedaliere e l’assegnazione dei Bollini Rosa è avvenuta tramite un questionario di candidatura composto da quasi 500 domande suddivise in 18 aree specialistiche, due in più rispetto alla precedente edizione per l’introduzione di dermatologia e urologia.

Un’apposita commissione multidisciplinare, presieduta da Walter Ricciardi, Direttore del Dipartimento di Scienze della Salute della Donna, del Bambino e di Sanità Pubblica del Policlinico Gemelli di Roma, ha validato i bollini conseguiti dagli ospedali nella candidatura considerando gli elementi qualitativi di particolare rilevanza e il risultato ottenuto nelle diverse aree specialistiche presentate.

I criteri di valutazione

Tre i criteri di valutazione con cui sono stati valutati gli ospedali candidati: la presenza di specialità cliniche che trattano problematiche di salute specificatamente femminili e patologie trasversali ai due generi che necessitano di percorsi differenziati, di percorsi diagnostico-terapeutici e di servizi clinico-assistenziali in grado di assicurare un  approccio efficace ed efficiente in relazione alle esigenze e alle caratteristiche psico-fisiche della paziente e di ulteriori servizi volti a garantire un’adeguata accoglienza e degenza della donna tra cui il supporto di volontari, la mediazione culturale e l’assistenza sociale.

“Qualità e appropriatezza delle prestazioni erogate dal Servizio Sanitario Nazionale, elementi indispensabili per assicurare uniformità di accesso alle prestazioni, sono evidenziate dagli ospedali con i Bollini Rosa che vengono valutati e premiati mettendo in luce le specialità di maggior impatto epidemiologico nell’ambito della salute femminile, i servizi e i percorsi dedicati nonché l’accoglienza e l’accompagnamento alle donne– afferma Francesca Merzagora, Presidente Onda”.

LEGGI ANCHE>> Rarissimo intervento al San Matteo: salvata dopo operazione a puntate

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia