Menu
Cerca

Rapine, furti in abitazione e spaccio in Lomellina, banda sgominata

Emesse due ordinanze di misure cautelari. Uno di loro già recluso nel carcere di Pavia per altri reati.

Rapine, furti in abitazione e spaccio in Lomellina, banda sgominata
Cronaca Lomellina, 24 Novembre 2018 ore 10:33

Rapine, furti in abitazione e spaccio in Lomellina, presa banda di albanesi, tutti senza fissa dimora e resisi responsabili di diversi delitti.

Rapine, furti in abitazione e spaccio in Lomellina, banda sgominata

Ieri, venerdì 23 novembre 2018, a conclusione di un’articolata attività di indagine, culminata con l’emissione di ordinanza di misure cautelari personali, emesse dal Gip di Pavia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Voghera, hanno dato esecuzione ai provvedimenti nei confronti di due extracomunitari, tutti senza fissa dimora, resisi responsabili di numerosi furti in abitazione, rapine e spaccio di sostanze stupefacenti commessi principalmente in area Lomellina, fin dai primi mesi del 2018.

In particolare, R.R., 25enne di origine albanese, da anni in Italia senza fissa dimora, è stato sottoposto a nuova custodia cautelare trovandosi già recluso presso la Casa Circondariale di Pavia per avere, nelle scorse settimane, insieme ai suoi complici investito con la loro autovettura una donna in bicicletta e speronato un’altra autovettura con famiglia a bordo ferendo gravemente il guidatore, mentre fuggivano da diverse pattuglie dei carabinieri.

S.D., 28enne di origine albanese, da anni in Italia senza fissa dimora è stato sottoposto alle misure cautelari dell’obbligo di dimora e dell’obbligo di presentazione giornaliera ai Carabinieri.

Analoga misura è stata emessa anche a carico di un terzo concorrente A.A., un 27enne anch’egli albanese e senza fissa dimora, attualmente però irreperibile e sul conto del quale sono in corso ricerche finalizzate ad assicurarlo alla giustizia.

Un quarto indagato

Nei fatti è indagato ma non destinatario di alcun provvedimento a suo carico, anche un quarto albanese, residente in Lomellina, responsabile in concorso con R.R. di resistenza a pubblico ufficiale, allorquando, per forzare un posto di controllo di una pattuglia dell’Arma dei Carabinieri, non ha esitato a speronarla.

Numerosi reati a loro carico

Tra i reati contestati a fondamento dell’emissione dei provvedimenti cautelari figurano furti in abitazione, ricettazione di auto provento di furto, rapina in abitazione, aggravata ulteriormente poiché, per conseguire l’intento criminoso, non hanno esitato a chiudere una ragazzina sul balcone di casa, facendo rimanere sotto shock la piccola vittima.

Non ultima, la contestazione del reato di spaccio di sostanze stupefacenti, operato principalmente in area Lomellina, attività che costituiva insieme ai furti in abitazione, principale fonte di reddito del sodalizio criminale albanese.

I Carabinieri della Compagnia di Voghera stanno ulteriormente intensificando le ricerche per assicurare alla giustizia A.A., ultimo fuggiasco della banda criminale.

LEGGI ANCHE: 19enne investito sul lungoticino, trasportato in serie condizioni al San Matteo 

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli