Allarme West Nile

Pensionato 87enne ucciso dalla Febbre del Nilo a Vigevano

Disposta la disinfestazione nel suo quartiere di residenza.

Pensionato 87enne ucciso dalla Febbre del Nilo a Vigevano
Vigevano, 06 Ottobre 2020 ore 11:52

Un pensionato di 87 anni è deceduto a Vigevano a causa del virus West Nile. Disposta la disinfestazione nella zona di residenza dell’uomo.

Pensionato 87enne ucciso dalla Febbre del Nilo a Vigevano

Un pensionato di 87 anni è deceduto a Vigevano a causa della Febbre del Nilo (o West Nile). La morte è avvenuta a fine settembre dopo che l’uomo è stato ricoverato in ospedale per una febbre alta. Per accertare le cause della morte sul suo corpo è stata disposta l’autopsia che ha rivelato la presenza del virus West Nile. 

Disinfestazione straordinaria

Ricevuto l’esito, Ats ha disposto una disinfestazione straordinaria della zona dove risiedeva il pensionato che verrà eseguita questa notte. Questa estate si sono verificati una decina di casi di Febbre del Nilo nel Lodigiano e uno anche al San Matteo di Pavia.

Il virus West NilE

La Febbre del Nilo (o West Nile) è una malattia non trasmissibile da persona a persona, ma si contrae tramite la puntura delle zanzare, principalmente del tipo comune (Culex pipiens) o tigre (Aedes albopictus).

Nella maggior parte dei casi ha un tempo di incubazione da 2 a 14 giorni, che diventano 21 per i soggetti con deficit immunitario. Nell’essere umano la maggior parte delle volte, circa l’80%, l’infezione può essere asintomatica, o presentarsi come sindrome febbrile (cefalea, dolori muscolari e possibile eruzione cutanea). Solo in alcuni rari casi, circa lo 0,1%, la malattia può risultare particolarmente grave per l’insorgenza di manifestazioni neuro-invasive, soprattutto in anziani o persone debilitate.

TORNA ALLA HOME 

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia