Cronaca
Gli hanno sparato

Omicidio sulle colline piacentine: trovato morto un pusher 30enne di Vigevano

E' stato trovato senza vita a Tabiano di Lugagnano Val d’Arda: sul suo decesso paiono esserci motivi di droga.

Omicidio sulle colline piacentine: trovato morto un pusher 30enne di Vigevano
Cronaca Vigevano, 30 Aprile 2022 ore 10:51

Il suo corpo giaceva a terra, privo di vita, sul ciglio dei tornanti di una strada comunale. Aleggia il mistero sul tragico rinvenimento del cadavere di un 30enne di Vigevano, trovato morto nella notte a Tabiano di Lugagnano Val d’Arda, sulle colline piacentine. La vittima, un pusher noto soprattutto nella zona di Piacenza e nel milanese, è stato uccisa da alcuni colpi di pistola. Che dietro al suo decesso ci siano stati motivi di droga?

Omicidio sulle colline piacentine: trovato morto un pusher 30enne di Vigevano

Grande mistero sulla morte di un 30enne di Vigevano di origini marocchine trovato senza vita nel corso della notte tra ieri, venerdì 29, ed oggi, sabato 30 aprile 2022. La vittima, come detto, viveva con la famiglia in provincia di Pavia, ma stando alle prime indiscrezioni sul caso era un pusher che aveva traffici di droga soprattutto nel milanese e nel piacentino. Il suo cadavere è stato trovato riverso a terra su una strada comunale di Tabiano di Lugagnano Val d’Arda (Piacenza). Il 30enne è stato ucciso da alcuni colpi di pistola, elemento che infittisce ancora di più la trama di questa tragica vicenda, per la quale, le ipotesi relative ad un regolamento di conti per motivi di droga si sono fatte sempre più consistenti. Sul caso stanno indagando ora i carabinieri di Fiorenzuola e del Comando provinciale di Piacenza, coordinate dal pubblico ministero Matteo Centini. Da capire se l'omicidio si sia consumato proprio nel luogo dove è stato ritrovato il cadavere oppure se l’uomo possa essere stato ucciso altrove e poi portato e abbandonato sulla strada collinare in un’altra regione.

Una vicenda simile a quella di Barbaniello di qualche sera fa

L'omicidio del 30enne di Vigevano, per certi versi, ha dei punti in comune con quanto accaduto qualche sera fa a Barbianello, piccolo centro collinare del Pavese dove un altro uomo è stato trovato in fin di vita. Qui un uomo, originario dell'Est Europa, con un età compresa tra i 20 e i 30 anni, ma senza documenti, è stato abbandonato davanti a un cancello attorno all’ora di cena forse per avere la certezza che venisse ritrovato e soccorso.

Sulla sua vicenda, anche in questo caso, si sono fatti largo motivi di traffico di stupefacenti. Anche per questo episodio si ipotizza un regolamento di conti, avvenuto tra bande rivali in una delle cascine dell’Oltrepo abbandonate e trasformate in basi per lo spaccio. Secondo alcuni testimoni l’uomo avrebbe avuto un incidente a pochi chilometri dal luogo dove è stato trovato. Forse mentre cercava di fuggire si è schiantato con la macchina che stava guidando, andando a sbattere contro un palo a Campospinoso; successivamente sarebbe stato prelevato dai suoi inseguitori, che potrebbero averlo picchiato e poi ferito alle gambe a colpi di arma da fuoco.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter