Vagante da inizio luglio

Lupo selvatico in Lomellina? No. Giuditta era stata smarrita dal suo proprietario FOTO

L'esemplare di cane lupo cecoslovacco è stato ecuperato dai volontari LAV Oltrepò Pavese.

Lupo selvatico in Lomellina? No. Giuditta era stata smarrita dal suo proprietario FOTO
Lomellina, 03 Settembre 2020 ore 10:32

Recuperata dai volontari LAV Oltrepò Pavese, nella notte fra sabato 22 e domenica 23 agosto 2020, Giuditta, cane lupo cecoslovacco vagante da inizio luglio fra Pieve del Cairo e Gambarana. Era stata erroneamente scambiata per un esemplare di lupo selvatico.

Recuperato cane lupo cecoslovacco

Giuditta, una giovane femmina di razza Cane Lupo Cecoslovacco, era stata smarrita il 13 luglio scorso da un cittadino di Pieve del Cairo, dopo una sola settimana dall’acquisto presso un allevamento amatoriale. Da quel giorno, priva di ogni riferimento su un territorio a lei sconosciuto, si era rintanata nei fitti campi di granturco fra Pieve e Gambarana, uscendo soltanto alla sera in cerca del cibo che le veniva offerto da alcuni cittadini.

Scambiata per un lupo selvatico

La situazione era stata segnalata ai volontari LAV Oltrepò da una residente di Pieve del Cairo, allarmata dalla notizia della presenza di un esemplare di lupo selvatico alle porte del paese, ma soprattutto dalle dichiarazioni rese alla stampa locale da parte di Federcaccia Pavia, che informava di essere sulle tracce dell’animale per arginare la possibilità che il “lupo” si cibasse della fauna selvatica appena immessa sul territorio per poi essere uccisa all’apertura della stagione venatoria.

“Eravamo molto preoccupati per le sorti del cane, anche alla luce di quelle affermazioni – dichiara LAV Oltrepò – perché temevamo che l’attività dei cacciatori potesse risolversi con una messa a rischio della vita di Giuditta, posto che non compete all’associazionismo venatorio la vigilanza sulla fauna selvatica protetta, né tantomeno sugli animali domestici”

Immediata la comunicazione ai Sindaci di Pieve del Cairo e Gambarana, al Dipartimento Veterinario ATS di Pavia, ai Carabinieri ed alla Polizia Provinciale, per segnalare che sul territorio non era presente un lupo, bensì un cane, per altro mansueto e sottomesso, ma spaventato e diffidente perché probabilmente malgestito da chi lo deteneva prima della fuga.

Recuperato dai volontari LAV

Dopo i tentativi di recupero da parte di alcuni residenti di Pieve del Cairo, avvenuti poco dopo la fuga del cane, Giuditta era rimasta stanziale nelle campagne attorno al vecchio cimitero di Pieve, zona che impediva la possibilità di un recupero con telenarcosi, a causa della presenza delle fitte coltivazioni, dei canali di irrigazione allagati e della strada provinciale trafficata.

“Una ulteriore criticità era l’imminente trebbiatura del mais, che l’avrebbe costretta a spostarsi – aggiunge LAV Oltrepò – per questo e per l’ingiustificato allarmismo che si era creato, abbiamo dovuto agire in fretta, riuscendo a recuperare il cane attraverso una gabbia di cattura ad azionamento manuale, dove Giuditta è entrata a notte fonda, attirata dal cibo”.

Ferita all’addome

Dopo il recupero, i volontari LAV hanno individuato una profonda lacerazione all’addome che il cane si era provocato scavalcando la recinzione della casa da cui era fuggito. L’infiammazione sistemica, non curata, avrebbe portato alla morte del cane, attualmente ricoverato in rifugio per la degenza.

Giuditta è stata ceduta dal precedente proprietario a LAV e dopo la guarigione e il necessario percorso di recupero per farla tornare ad avere fiducia nelle persone, sarà adottabile.

Il Cane Lupo Cecoslovacco

Negli ultimi anni la razza Cane Lupo Cecoslovacco è diventata molto popolare, anche per la grande somiglianza con il lupo, non si tratta però di un cane “per tutti”, proprio perché discende da una selezione con una specie selvatica, ha bisogno di persone non alla prima esperienza, con molto tempo libero da dedicare alla socializzazione ed alla attività fisica. L’invito di LAV Oltrepò Pavese è comunque quello di non seguire le mode, ma di scegliere il proprio amico a quattro zampe in uno dei numerosi canili della zona, dove i gestori e i volontari sapranno indirizzare su quale cane è più adatto allo stile di vita della persona che lo adotta.

“Ringraziamo – conclude LAV Oltrepò Pavese – tutte le persone che hanno contribuito a questo salvataggio. In particolare il sig. Roberto che ci ha permesso di posizionare il recinto di cattura sul proprio terreno, Lucrezia che ogni sera portava cibo a Giuditta, Luisella dell’Associazione Dog Italy e Ornella Piccinino presidente dell’Associazione La Casa di Duca e Pippi Odv con sede a Vigevano, l’Associazione La Rocca degli Angeli che sta ospitando il cane per la riabilitazione garantendogli cure e affetto, e Carla Capella, volontaria lomellina, preziosa collaboratrice di LAV anche per il precedente recupero del cane Barnaba, vagante a Breme per 6 anni e poi adottato dal Sindaco Francesco Berzero”.

Sabato 29 agosto 2020 un altro Cane Lupo Cecoslovacco fuggito dalla propria abitazione a Pieve del Cairo a causa del temporale, si era addentrato fra i rovi di un fossato cadendo poi in acqua, perché spaventato dai tuoni. I volontari LAV sono intervenuti per il recupero, riuscendo dopo diverse ore a riportare il cane fra le braccia della propria famiglia.

4 foto Sfoglia la gallery

Il cane Barnaba è stato recuperato: ora lo aspetta una nuova famiglia

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia