Lupi alle porte: nell’Oltrepò Pavese un branco ha sbranato un cane

Si moltiplicano gli avvistamenti, inferociti i padroni del cane dilaniato che chiedono l'intervento delle istituzioni.

Lupi alle porte: nell’Oltrepò Pavese un branco ha sbranato un cane
Oltrepò, 23 Gennaio 2019 ore 09:39

Tornano a minacciare l’Appenino e si spingono fino ai piccolo centri montani dell‘Oltrepò Pavese.

Lupi alle porte

Branchi di lupi si stanno pericolosamente avvicinando ai piccoli centri montani abitati dell‘Oltrepò Pavese. Attaccano le greggi, i bovini, ma anche cani. A farne le spese è stato il cane Bric, a Scaparina, 1.100 metri di altitudine, nei pressi di Brallo di Pregola.

Cane sbranato

I proprietari dell’animale hanno trovato i resti dilaniati nel cortile di casa. Dalle lesioni alla giugulare è inconfondibile il modus operandi dei lupi. Inoltre, alcuni esemplari, erano stati avvistati nei giorni precedenti, nei boschi limitrofi.

Le istituzioni

Enormemente dispiaciuti per la perdita dell’animale, considerato a tutti gli effetti un membro della famiglia, i proprietari chiedono a gran voce l’intervento delle istituzioni. L’Università di Pavia è riuscita a restituire, grazie anche all’ausilio di fototrappole, il polso della situazione per ciò che concerne il ripopolamento dei lupi in quelle zone. I capi sarebbero circa una cinquantina, divisi in branchi da quattro o cinque. Si moltiplicano gli avvistamenti e anche gli assalti a stalle e pollai. Una situazione complessa da gestire: il lupo è infatti uno degli animali a maggior rischio di estinzione. Il problema, però, è che le famiglie dei lupi appenninici – che da anni vivono sui crinali delle quattro province (Pavia, Alessandria, Genova e Piacenza) – secondo gli esperti, sono destinate ad aumentare.

LEGGI ANCHE: 63enne cade dalle scale e muore 

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia