Chignolo Po

Liberati undici cuccioli e la loro mamma segregati in un’abitazione privata disabitata: cercano una nuova famiglia FOTO

L'allarme lanciato dai vicini di casa, preoccupati per gli strazianti lamenti degli animali.

Liberati undici cuccioli e la loro mamma segregati in un’abitazione privata disabitata: cercano una nuova famiglia FOTO
Oltrepò, 09 Novembre 2020 ore 09:44

Recuperati da LAV Oltrepò undici cuccioli e la loro mamma, costretti segregati all’interno di una abitazione privata disabitata. L’allarme lanciato dai vicini di casa, preoccupati per gli strazianti lamenti degli animali. Ora i cuccioli cercano una nuova famiglia.

Liberati undici cuccioli e la loro mamma segregati in un’abitazione disabitata

Lo scorso settembre, alcuni residenti di Chignolo Po si sono rivolti alla sede locale LAV per segnalare un grave episodio di abbandono e incuria ai danni di undici cuccioli nati da poche settimane e della loro mamma, lasciati incustoditi per giorni, perennemente rinchiusi all’interno di una casa non abitata.

Grazie alla segnalazione dei cittadini, preoccupati dai continui latrati che udivano provenire dall’abitazione, i volontari LAV sono intervenuti recuperando tutti i cani, trovati in condizioni ormai al limite della sopravvivenza.

“I referti veterinari – spiega LAV Oltrepò Pavese – descrivono le pessime condizioni di nutrizione del cane adulto, affetto anche da importante parassitosi polmonare e intestinale, con eczemi e dermatite da pulci, e dei cuccioli, disidratati e denutriti, con grave infestazione di parassiti interni ed esterni e zone del manto completamente alopeciche, con causticazione dei tessuti delle zampe, addome e coda, perchè costretti a vivere fra le loro feci e urine”.

Il senso di responsabilità dei cittadini

L’intervento di salvataggio è stato possibile soprattutto grazie al senso di responsabilità dei cittadini, che dopo aver tentato senza esito di far intervenire le autorità preposte, ormai esasperati e preoccupati per la situazione dei cani, sono scesi in strada, rimanendo per diverse ore al fianco dei volontari per testimoniare il maltrattamento degli animali.

“Spesso queste situazioni – aggiunge LAV Oltrepò Pavese – non sono facilmente individuabili e risolvibili se non con la collaborazione dei privati cittadini che segnalano. Ogni giorno riceviamo numerose richieste di soccorso e supporto ad animali costretti in condizioni di abbandono e maltrattamento, si tratta purtroppo di un fenomeno in continua crescita”.

Procedimenti aumentati del 43%

Secondo i dati analizzati nel Rapporto Zoomafia 2020 dall’OSSERVATORIO NAZIONALE ZOOMAFIA di LAV, in Lombardia si riscontra il 15% dei procedimenti per reati contro gli animali sul totale nazionale. Nel 2019 in provincia di Pavia sono stati registrati 80 procedimenti con 71 indagati, rispetto al 2018 i procedimenti sono aumentati del +43%, mentre gli indagati sono aumentati del +27%.

“Salvare gli animali dal maltrattamento”

Per questo motivo “Salvare gli animali dal maltrattamento” sarà anche il tema delle prossime Giornate di mobilitazione LAV del 28 e 29 novembre, dedicate all’inserimento in famiglia dei cani e dei gatti dei quali LAV si prende cura e per ottenere l’inasprimento delle pene per chi uccide e maltratta gli animali attraverso la modifica della legge 189/2004, recante “Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate”.

Tutti i cani e gatti recuperati da LAV Oltrepò hanno storie di maltrattamento e/o di abbandono, con questa iniziativa sarà data loro la possibilità di lasciarsele alle spalle, per sempre, e gettare basi più solide affinché altri non subiscano violenze e abbandono, nonché rendere più efficaci le pene per coloro che li uccidono e li maltrattano.

Cercano una nuova famiglia

“Tutti i cuccioli, nove femmine e due maschietti, sono stati presi in carico dall’Associazione La Rocca Degli Angeli di Rocca de’ Giorgi – conclude LAV Oltrepò Pavese – che ringraziamo per la consueta disponibilità e collaborazione e per il grande lavoro svolto dalla presidente e dai volontari per garantire le cure e il benessere di questi sfortunati cuccioli, che ora sono pronti per essere adottati”.

5 foto Sfoglia la gallery

LEGGI ANCHE

Cade con il parapendio e muore annegato nel Ticino: chi è la vittima del terribile incidente

TI POTREBBE INTERESSARE

Si è spento il professor Pietro Fratino, uomo di spicco della medicina pavese

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia