Cronaca
Vaccinato con tre dosi

L'ex sindaco di Pavia Cattaneo positivo al Covid: "Grazie al vaccino è un raffreddore"

Una condizione che lo accomuna al primo cittadino di Copiano, Andrea Itraloni, che però ha contratto una forma più grave tanto da essere ricoverato in ospedale.

L'ex sindaco di Pavia Cattaneo positivo al Covid: "Grazie al vaccino è un raffreddore"
Cronaca Pavia, 29 Dicembre 2021 ore 12:38

Alessandro Cattaneo. ex sindaco di Pavia, positivo al Covid: l'annuncio in un video su Instagram.

Alessandro Cattaneo positivo al Covid

Vaccinato con tripla dose eppure positivo al Covid. Ad annunciare la sua positività è lo stesso Alessandro Cattaneo, 42 anni, deputato di Forza Italia e sindaco di Pavia dal 2009 al 2014. E per farlo ha pubblicato un video sul suo profilo Instagram:

"Oggi ho una comunicazione non piacevole: sono positivo al Covid. Questo mi accomuna alla condizione che stanno vivendo migliaia di italiani.

Io sono trivaccinato, i complottisti diranno che non servono a niente e invece no, sono proprio qua a testimoniare come grazie ai vaccini si contrae una forma lieve. Io non ho mai avuto febbre, ho solo avuto un forte raffreddore e la voce più nasale del solito, un po’ di ossa rotte e mal di testa.

Quindi i vaccini servono eccome. Andiamo avanti a vaccinare tutti gli italiani e anche i più piccoli.

Poi dobbiamo cambiare anche le regole della quarantena perché in fondo con l’Omicron che corre siamo tanti ad essere esposti. Non si può fermare l’Italia.

Quindi usiamo la testa, andiamo avanti a ragionare e grazie ai vaccini alla scienza ne usciremo."

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessandro Cattaneo (@cattaneoale79)

Anche il Sindaco di Copiano

Una condizione che lo accomuna al primo cittadino di Copiano, Andrea Itraloni, 48 anni, che però ha contratto una forma più grave tanto da essere attualmente ricoverato in ospedale. Itraloni è vaccinato solo con due dosi, ed era in lista per effettuare la terza. 

Dal letto del San Matteo fa sapere di aver prima accusato i classici sintomi influenzali oltre alla perdita di gusto e olfatto. Poi il respiro si è fatto sempre più affannoso fino a costringerlo al ricovero nel reparto Covid allestito a Malattie infettive.

"Per fortuna mi sono vaccinato - dice - altrimenti le mie condizioni sarebbero state più gravi. Le persone non vaccinate e ricoverate in questo reparto sono state colpite in modo più violento. Questo dimostra che il vaccino protegge dalla malattia grave".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter