"Lui” è "Lui"

Le confessioni di una ex adepta della psico-setta: “C’era solo il sesso”

Continuano le indagini della Squadra Mobile sul materiale sequestrato lo scorso mese di luglio.

Le confessioni di una ex adepta della psico-setta: “C’era solo il sesso”
Pavia, 08 Ottobre 2020 ore 11:54

Continuano le indagini sulla psico-setta che operava nelle province di Novara, Milano e Pavia. Indagato un 77enne che si dichiara innocente.

“Lui” è “Lui”

“Lui” decide tutto, “Lui” decide chi puoi frequentare, dove puoi lavorare. “Lui” sceglie quali ragazze devono farlo divertire. “Lui” sceglie se puoi o non puoi frequentare i nostri “luoghi fatati”. “Lui” è “Lui”. Noi lo chiamiamo “Lui” o “il Dottore”, perché non possiamo nominare il suo nome, non ci è concesso.

Lui, è Gianni Maria Guidi, 77 anni, accusato di aver abusato per circa 30 anni di molte donne, alcune anche minorenni. Un caso venuto alla luce lo scorso mese di luglio e su cui gli agenti della squadra Mobile di Novara continuano ad indagare perché “lui” si dichiara innocente e nega ogni addebito minacciando anche querele.

Selvaggia Lucarelli sulla pisco-setta: "Ma solo io ho perplessità?"

Il materiale sequestrato e le testimonianze

L’indagine sulla psico-setta che ha portato a numerose perquisizioni e sequestri, nelle province di Novara, Milano e Pavia, nel frattempo prosegue. E in questi giorni è proprio il materiale sequestrato che viene analizzato come si continuano ad ascoltare testimoni.

Una donna in particolare ha raccontato a “Libero Quotidiano” di abusi e soprusi di ogni genere, ma anche di pratiche sessuali estreme e dolorose (sarebbe stata in più occasioni legata e sodomizzata).

Luciana (nome di fantasia), impiegata 28enne, dice di essere stata ridotta in schiavitù in cambio di un mondo migliore che però non arrivava mai:

“Esisteva solo il sesso […] Mi allontanai dalla mia famiglia, dagli amici veri, credendo così di arrivare ad una evoluzione di una parvenza di vita normale. Tanto da farti credere che bisognava vivere in quel modo, nella promiscuità, nudi, come in un altro modo. Un percorso corale, basato sul segreto”.

Ci sono voluti diversi anni, per accorgersi di essere stata plagiata e sottomessa. Che quanto “lui” andava predicando non era vero. Da qui, la decisione di denunciare.

Psico-setta operava nel Pavese: riduzione in schiavitù e reati sessuali anche contro minori

Selvaggia Lucarelli sulla pisco-setta: “Ma solo io ho perplessità?”

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia