Cronaca
Struttura chiusa

Ingiurie, urla, mortificazioni: anziani maltrattati in casa di riposo nel Pavese

Agli arresti domiciliari sono finiti il titolare della struttura e quattro sue collaboratrici.

Ingiurie, urla, mortificazioni: anziani maltrattati in casa di riposo nel Pavese
Cronaca Pavia, 14 Ottobre 2022 ore 10:12

Maltrattamenti nei confronti di anziani: chiusa casa di riposo nel Pavese: ai domiciliari il titolare e quattro collaboratrici.

Anzini maltrattati in casa di riposo: 5 ai domiciliari

Nella mattina di venerdì 14 ottobre 2022, nella provincia di Pavia, i Carabinieri del N.A.S. di Milano hanno eseguito 5 ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Pavia, per maltrattamenti pluriaggravati nei confronti degli anziani ospiti di una C.A.S.A. (comunità alloggio sociale per anziani), nei confronti del titolare della predetta struttura residenziale e di quattro sue collaboratrici.

I provvedimenti restrittivi sono stati affiancati anche da una specifica misura interdittiva, a carico di tutti gli indagati, comportante la "sospensione temporanea dell'esercizio di attività professionali relative ai servizi assistenziali alla persona".

Ingiurie, urla, mortificazioni

L'attività, coordinata dalla dottoressa Giuliana Rizza, P.M. della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pavia, ha compendiato i risultati di articolate indagini sia tradizionali che tecnico­ captative, consentendo di evidenziare, nel periodo a cavallo dei mesi estivi dell'anno corrente, sistematici e quotidiani maltrattamenti nei confronti degli anziani -tra l'altro alcuni non propriamente autosufficienti come sarebbe invero richiesto per quel tipo di struttura residenziale- consistenti in ripetute ingiurie, urla, mortificazioni, tali da ingenerare un clima di costante subordinazione e umiliazione.

Le risultanze investigative, inoltre, hanno anche permesso di cristallizzare un totale disinteresse per l'alimentazione, la sicurezza alimentare, l'igiene, la vigilanza e le necessità mediche degli stessi alloggiati.

Contestualmente all'esecuzione delle misure cautelari, che è avvenuta con il supporto dell'Arma territoriale, i Carabinieri del N.A.S. di Milano, unitamente all'Autorità Sanitaria competente, hanno affidato, alle rispettive famiglie, gli anziani che si trovavano ancora ospiti della nominata struttura.

Seguici sui nostri canali