Menu
Cerca
Continua la bonifica dell'area

Incendio ex scalo merci: nessuna traccia di amianto per il secondo giorno consecutivo

I monitoraggi in aria sono continuati per tutta la giornata di giovedì.

Incendio ex scalo merci: nessuna traccia di amianto per il secondo giorno consecutivo
Cronaca Pavia, 16 Aprile 2021 ore 07:04

Incendio ex scalo merci: anche nella giornata di giovedì 15 aprile 2021, i campioni analizzati non contengono tracce di amianto.

LEGGI ANCHE: Incendio ex scalo merci, avviate le operazioni di bonifica

Incendio ex scalo merci: nessuna traccia di amianto per il secondo giorno consecutivo

Anche nella giornata di giovedì sono proseguiti i lavori di incapsulamento dei suoli circostanti i capannoni crollati durante l’incendio all’ex scalo merci di via Rismondo, a Pavia, dove, nella notte tra sabato 10 e domenica 11 aprile, un rogo ha distrutto uno dei capannoni.

Si è proceduto con l’incapsulamento delle macerie accatastate nelle adiacenze del capannone crollato e sono iniziati i lavori di aspirazione con macchinario dotato di filtro assoluto dei suoli circostanti il capannone interessato.

Cannon fog

Oggi, venerdì 16 aprile 2021, sarà disponibile il cannon fog (macchinari che neutralizzano la polvere, riducono i rischi per la salute e migliorano la qualità dell’aria) per nebulizzare il materiale posto all’interno del capannone che non è raggiungibile in altro modo.

Nessuna traccia di amianto

Per il secondo giorno consecutivo i risultati delle analisi dimostrano di non contenere tracce di amianto. L’attività di monitoraggio areo dispersa lungo il perimetro dell’area interessata, utilizzando campionatori fissi con lettura in metodica Microscopia elettronica a scansione (SEM) ha dato esiti sotto il limite di rilevabilità strumentale. Questo è un risultato estremamente confortante in quanto permette di escludere la dispersione di fibre di amianto verso le aree residenziali circostanti.

I monitoraggi in aria sono continuati per tutta la giornata di giovedì.

Ats Pavia, inoltre, si impegna a verificare gli impianti di condizionamento centralizzati e di distribuzione dell’aria degli immobili circostanti.

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO E IL VIDEO DELL’INCENDIO