Cronaca
CONFERENZA STAMPA

Coronavirus, Gallera: “L’emergenza oggi è il personale. Ok ospedali da campo a Crema e Bergamo VIDEO VIDEO

Il vice presidente, Fabrizio Sala, e gli assessori Pietro Foroni, Giulio Gallera e Davide Caparini, illustrano la situazione dell'emergenza sanitaria in corso.

Cronaca Pavia, 19 Marzo 2020 ore 17:19

 

Il vice presidente della Regione Lombardia, Fabrizio Sala e gli assessori Pietro Foroni (Protezione civile), Giulio Gallera (Welfare) e Davide Caparini (Bilancio), in diretta Facebook per gli ultimi aggiornamenti sull'emergenza sanitaria in corso.

Coronavirus, gli aggiornamenti da Regione Lombardia

"Il vero tema, oggi, è quello del personale. Più volte abbiamo parlato della possibilità di collocare fuori dalle città strutture che possano aiutare la ricettività delle persone che hanno bisogno di essere curate, ma per poter offrire cure adeguate abbiamo bisogno di personale".

Lo ha detto l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, durante la quotidiana diretta Facebook per fare il punto sulla situazione Coronavirus.

"Stiamo esplorando tutte le strade - ha spiegato - e le attiviamo concretamente solo quando siamo in grado di portarle a termine, non lanciamo proposte per poi smentirle nei giorni successivi. Questa serietà ci ha portato ieri a chiedere di differire l'attivazione del Punto Medico Avanzato (PMA) a Bergamo perchè non avevamo la certezza di reperire il personale".

L'assessore ha quindi annunciato che sono in arrivo "53 medici e infermieri cubani molto qualificati, che hanno combattuto l'Ebola. Saranno a Crema per alleggerire il lavoro".

Domani, inoltre, sarà inaugurato a Cremona l'ospedale da campo donato da Samaritan's Purse.
Il vice presidente della Croce Rossa cinese, poi, arrivato ieri a Milano, ha confermato che la Cina vuole sostenere la battaglia della Lombardia con un contingente di medici e infermieri la cui attività sarà coordinata di Areu".

Gallera ha anche fatto sapere di aver incontrato, insieme al sottosegretario alla presidenza della Regione Lombardia, Alan Rizzi, i 68 consoli presenti a Milano "ai quali ho chiesto di farsi portatori di un messaggio nei loro Paesi. Oggi la Lombardia ha bisogno, ma domani potremo aiutare noi. Tutti mi hanno confermato che ne parleranno con i loro Governi".

Ad oggi in Lombardia sono operativi 1250 i posti nelle terapie intensive (si partiva da 724) e quotidianamente arrivano 25 respiratori grazie alla collaborazione del Dipartimento nazionale della Protezione civile.

Ancora troppi spostamenti

Gli spostamenti dei cittadini lombardi rilevati attraverso il cambio di celle degli smartphone e il conseguente invito a restare a casa e fondi per 4 milioni di euro destinati a sostenere la ricerca di terapie, sistemi di diagnostica e di rilevazione del coronavirus, per stimolare ulteriori suggerimenti rispetto a quanto già da tempo stanno facendo università e imprese e centri di ricerca. Questi gli argomenti affrontati dal vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala.

"In base ai dati di movimento desunti dalle celle - ha spiegato Fabrizio Sala - si evidenzia che c'è ancora un 42% di spostamenti rispetto al 20 febbraio, preso come giorno di riferimento 'normale'. Il primo dato, di lunedì scorso, indicava che 43 lombardi su 100 si sono spostati, poi siamo scesi al 42% registrato martedì e mercoledì. E' un dato che ci sembra ancora molto alto. Dobbiamo però constatare che sabato e domenica scorsi, le percentuali erano rispettivamente 28% e 34%, in deciso calo. Quindi incidono le attività economiche".

"Domani - ha aggiunto il vicepresidente Sala - affineremo i dati con l'analisi su fasce orarie, in modo da dare informazioni più precise e decidere come comportarci in merito. Voglio precisare che le prime stime a noi pervenute grazie alle segnalazioni delle compagnie telefoniche erano relativa al 40% del campione totale. Gli ultimi dati sono riferiti all'80 per cento, quindi molto più rappresentativo".

La ricerca e i finanziamenti di Regione Lombardia

Il mondo della medici della Lombardia è in moto da tempo: si sta studiando il virus e il suo comportamento, l’origine e come si evolve. Abbiamo pensato quindi di dare una mano a questo mondo, specialmente per chi non ha i mezzi per portare avanti la ricerca, e da domani sul sito www.openinnovation.regione.lombardia.it apriremo una manifestazione di interessi aperta a tutti per coinvolgere soggetti che possano lavorare con noi.

Cerchiamo:

  • lo sviluppo di antivirali;
  • sviluppo di terapie per arginare epidemie Coronavirus (questa e quelle future);
  • sviluppo della diagnostica
  • sviluppo strumenti veloci e affidabili per scoprire affetti da covid 19 anche asintomatici

I nostri scienziati faranno valutazione scientifica delle idee proposte e se verranno ritenute adeguate verranno cofinanziate da regione Lombardia. Tra qualche giorno riusciremo ad avere qualche dato più concreto, questa iniziativa pensiamo possa aiutare tutti.

Gli ospedali da campo a Bergamo e Crema

L'assessore regionale alla Protezione Civile, Pietro Foroni, è intervenuto ringraziando "i 7129 volontari di Protezione Civile che stanno sostenendo con le loro attività i territori lombardi. Un grande sforzo del sistema che sta reggendo molto bene".

Foroni ha poi parlato del costruendo ospedale da campo di Bergamo: "abbiamo effettuato un sopralluogo tecnico all'interno della Fiera. L'Associazione Nazionale Alpini, a cui va il nostro sincero ringraziamento, metterà a disposizione uno dei migliori ospedali a livello internazionale, struttura che avrà funzioni specialistiche legate al coronavirus". "Appena terminate le ultime verifiche - ha aggiunto - in 72 ore saranno montate le tensostrutture e successivamente attrezzate. Stiamo inoltre lavorando per il reperimento del personale medico".

Sulla struttura da campo che supporterà l'Ospedale di Crema, l'assessore Foroni ha evidenziato "che sarà già attiva sabato 21 marzo 2020, giorno in cui è previsto l'arrivo dei medici cubani a rinforzo dei colleghi italiani. Come Protezione Civile abbiamo già organizzato tutto il trasporto. L'ospedale da campo, in ogni caso, sarà pronto indipendentemente dall'arrivo dei medici da Cuba".

Foroni, al termine del suo intervento, ha ringraziato il ministro della Difesa Lorenzo Guerini: "sono stati frequenti i  contatti e abbiamo avuto supporto concreto da medici e infermieri dell'Esercito Italiano. Un esempio di sinergia positiva".

I dati

Ecco i dati dei contagi odierni e quelli dei giorni precedenti

- i casi positivi sono 19.884 (+2.171)
17.713/16.220/14.649/13.2729/11.685/9.820/8.725/7.280/5.791/5.469/4.189/3.420/2.612
- i deceduti 2.168 (209)
1.959/1.640/1.420/1.218//966/ 890/744/617/468/333/267/154
- i dimessi e in isolamento domiciliare: 9.332, di cui 3.778 con almeno un passaggio in ospedale (anche solo pronto soccorso) e 5.554 persone per le quali non si rileva nessun passaggio in ospedale 4.057/4.265/3.867/3.427/2.650/2.044/1.351/1.248/756/722
- in terapia intensiva 1.006 (+82)
924/879/823/767/732/650/605/560/466/440/399/359
- i ricoverati non in terapia intensiva: 7.387 (+102)
7.285 (+332) 6.953/6.171/5.550/4.898/4.435/4.247/3.852/3319/2.802/2.217/1.661
- i tamponi effettuati: 52.244
48.983/46.449/43.565/40.369/37.138/32.700/29.534/25.629/21.479/20.135/18.534/15.778

I casi per provincia con l'aggiornamento rispetto agli ultimi giorni

BG: 4.645 (+340)
4.305/3.993/3.760/3.416/2.864/2.368/2.136/1.815/1.472/1.245/997/761/623/537
BS: 4.247 (+463)
3.784/3.300/2.918/2.473/2.122/1.784/1.598/1.351/790/739/501/413/182/155
CO: 338 (+52)
286/256/220/184/154/118/98/77/46/40/27/23/11/11
CR: 2.286 (+119)
2.167/2.073/1.881/1.792/1.565/1.344/1.302/1.061/957/916/665/562/452/406
LC: 530 (+64)
466/440386/344/287/237/199/113/89/66/53/35/11/8
LO: 1.528 (+83)
1.445/1.418/1.362/1320/1.276/1.133/1.123/1.035/963/928/853/811/739/658
MB: 495 (+94)
401/376/346/339/224/143/130/85/65/64/59/61/20/19
MI: 3.278 (+634) di cui 1378 a Milano città (+287)
2.644/2.326/1.983/1.750/1.551/1.307/1.146/925/592/506/406/361
MN: 636 (+122)
514/ 465/382/327/261/187/169/137/119/102/56/46/32/26
PV: 1.011 (+33)
978/ 884/801/722/622/482/468/403/324/296/243/221/180/151
SO: 155 (+80)
75/74/46/45/45/23/23/13/7/7/6/6/4/4
VA: 310 (+45)
265/232/202/184/158/125/98/75/50/44/32/27/23/17
e 425 in corso di verifica.

Di seguito il video della Conferenza Stampa:

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter