DA CAMPOSPINOSO A BRONI

Drogato alla guida non si ferma all'alt e tampona un'auto, poi aggredisce i carabinieri

L'automobilista, un 40enne, è stato infine bloccato e arrestato

Drogato alla guida non si ferma all'alt e tampona un'auto, poi aggredisce i carabinieri
Pubblicato:
Aggiornato:

Sotto l'effetto di stupefacenti fugge all'alt e si schianta contro un'auto: alla guida un 40enne che è stato arrestato.

Arrestato 40enne

Nella serata di lunedì 3 giugno 2024, un automobilista di 40 anni, M.M., è stato arrestato dai Carabinieri di Stradella e Broni per una serie di reati gravi: fuga a seguito di sinistro stradale con lesioni, resistenza a Pubblico Ufficiale, guida senza patente e guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di stupefacenti.

L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato intercettato dai Carabinieri a Campospinoso, sulla Strada Provinciale 617, all'altezza di via Grisini.

Fugge all'alt

Alla vista dei militari, ha tentato di eludere il controllo dandosi a precipitosa fuga in auto. Durante l'inseguimento, ha guidato a folle velocità e imboccato diverse strade contromano, mettendo a rischio la vita di altri automobilisti e pedoni.

La sua fuga è terminata a Broni, in via Foppassa, dove ha tamponato una Fiat Punto condotta da una donna.

Veicoli ribaltati

L'impatto è stato violento ed entrambi i veicoli si sono ribaltati. La donna è stata soccorsa dal 118 e trasportata al Policlinico di Pavia con ferite guaribili in 15 giorni. M.M. è stato portato nello stesso ospedale con lesioni giudicate guaribili in 10 giorni.

Calci e pugni ai carabinieri

Durante l'arresto, M.M. ha aggredito i Carabinieri con calci e pugni. Inoltre, dai test effettuati è risultato positivo agli stupefacenti, confermando l'ipotesi di guida in stato di alterazione psico-fisica.

Nel corso della perquisizione della sua auto, i Carabinieri hanno trovato un involucro contenente un grammo di cocaina, che è stato sequestrato. Anche l'auto è stata sottoposta a sequestro ai fini della confisca.

Ai domiciliari

Questa mattina, M.M. è comparso davanti al giudice di Pavia per il rito direttissimo. L'arresto è stato convalidato e l'uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione. Potrà uscire di casa solo per recarsi al lavoro e dovrà rimanere in casa dalle 18.30 alle 8.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali