Diabete: proteggi la tua famiglia, riduci il rischio con delle semplici azioni

E' lo slogan scelto quest'anno per la Giornata Mondiale del Diabete.

Diabete: proteggi la tua famiglia, riduci il rischio con delle semplici azioni
Pavia, 15 Novembre 2019 ore 16:40

“Diabete: proteggi la tua famiglia, riduci il rischio con delle semplici azioni”: è lo slogan scelto per la Giornata Mondiale del Diabete 2019.

Giornata Mondiale del Diabete

Quest’anno la giornata pavese, patrocinata dal Comune di Pavia, si svolgerà Domenica 17 novembre 2019 in piazza della Vittoria e nella Sala del Broletto, e vedrà radunarsi insieme le strutture diabetologiche della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, della Fondazione Maugeri e dell’Istituto Santa Margherita, con i rispettivi referenti: Elisabetta Lovati, Pasquale DeCata e Bruno Solerte.

L’appuntamento è dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00, ed il format è lo stesso degli anni precedenti.
All’interno della Sala del Broletto saranno presenti medici diabetologi, infermieri professionali, dietiste, medici specializzandi per la somministrazione di questionari per valutare il rischio di sviluppare il diabete, rilevazione della glicemia, della pressione arteriosa e del peso corporeo, su richiesta dei visitatori, ed infine disponibili per una consulenza medica specialistica.

Fuori dalla Sala, sotto il porticato, saranno presenti le Associazioni dei pazienti disponibili per informazioni e distribuzione di materiale informativo.

“L’intento – spiegano gli organizzatori – è sensibilizzare la popolazione nei confronti del Diabete mellito, della sua prevenzione e diagnosi precoce, fondamentale per ridurre le complicanze, in particolare quelle microangiopatiche (occhi, rene, nervi) ed il rischio cardiovascolare (2-4 volte maggiore rispetto alla popolazione non diabetica)”.

Gli individui affetti dalla malattia nel mondo sono ormai vicini ai 400 milioni e la stima è che raggiungano i 600 milioni entro il 2035. Per questo la lotta al diabete è una delle tre emergenze sanitarie identificate dall’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS o WHO), insieme alla malaria e alla tubercolosi, e unica delle tre ad essere malattia non trasmissibile.

“Cresce soprattutto il diabete tipo 2 – sottolineano gli organizzatori -, che rappresenta circa il 90% dei casi in Italia: nel 1985, i casi noti, erano circa 1,5 milioni e ora si avvicinano ai 4 milioni, quindi sono più che raddoppiati in 30 anni. Peraltro, si stima che circa il 50% dei pazienti diabetici non sono diagnosticati”.

Prevenire si può, in particolare il diabete tipo 2, con un corretto stile di vita: alimentazione equilibrata a ridotto contenuto di zuccheri semplici (bevande zuccherate, dolci) e con attenzione anche agli zuccheri complessi (pasta, pane, riso) e attività fisica, anche se moderata, ma regolare. E’ sufficiente camminare almeno 3 volte alla settimana per almeno 30 minuti.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia