Croce Rossa Voghera, si alza il sipario sul bilancio delle attività

Sarà illustrato sabato in Municipio a margine della premiazione dei soci con 25 e 15 anni di servizio.

Croce Rossa Voghera, si alza il sipario sul bilancio delle attività
Voghera, 23 Gennaio 2020 ore 12:03

Nonostante la spiccata attitudine a guardare in avanti, stavolta il Comitato di Voghera della Croce Rossa volgerà un rapido sguardo al passato per tirare le somme dell’ultimo quadriennio.

Croce Rossa Voghera, si alza il sipario sul bilancio delle attività

L’occasione arriverà questo sabato, 25 gennaio 2020, nel corso della cerimonia di consegna degli attestati di fedeltà al servizio ai 28 soci che hanno maturato 25 anni di attività e ai 43 soci in forza alla Cri da 15 anni. A margine dell’evento, in programma a partire dalle ore 11 nell’aula consiliare del palazzo municipale, la presidente Ondina Torti darà lettura di una sintesi del rapporto sulle attività svolte nel 2019 per poi tracciare un bilancio generale del suo mandato alla guida del Comitato di via Carlo Emanuele III.

«Partivamo da un cliché da scardinare – premette la stessa Torti, anticipando i temi che tratterà sabato – vale a dire l’idea, molto diffusa nella percezione del pubblico, di una realtà associativa limitata alle ambulanze o poco più. Certo, l’emergenza urgenza resta uno dei nostri pilastri portanti. Ma credo fermamente che l’attuazione dei Principi Fondamentali, promossi a livello internazionale dalla Croce Rossa, debba passare da una visione globale che tenga conto delle caratteristiche e dei bisogni del territorio. Grazie alla collaborazione di tanti soci volenterosi, abbiamo quindi aperto il Comitato alla cultura, al sociale, all’aggregazione. Tutti fattori connessi, integrati, come tasselli di un mosaico che ritrae il volto solidale della comunità. Oggi più che mai – aggiunge – è necessario contrastare mali quali l’individualismo, la solitudine, la disinformazione, la sufficienza culturale e l’indifferenza. Personalmente penso che combattere questa battaglia, o almeno provarci, sia ad ogni effetto una forma di soccorso».

Telefonate di cortesia

Una dozzina i punti che disegnano l’impronta data da Ondina Torti alla Cri vogherese a partire dal 2016. «In ambito sociale – riprende – una delle iniziative a cui tengo di più è la costituzione del gruppo dedicato alle “telefonate di cortesia”. Questo servizio, affidato a un team di giovani, prevede una serie di chiamate telefoniche settimanali ai fruitori del Telesoccorso, utenza composta prevalentemente da persone anziane che vivono sole: è un modo per stare loro vicini, creando relazioni che molto spesso si traducono in vera amicizia. Alle conversazione telefoniche “ordinarie”, inoltre, si aggiungono quelle per gli auguri di buon compleanno, sempre apprezzate dal ricevente. E ancora ai “diversamente giovani” sono rivolti gli incontri organizzati nel periodo estivo presso il centro polifunzionale di via Maggioriano, con merende e animazioni.

Dal punto di vista dei servizi alla popolazione – prosegue Ondina Torti – voglio ricordare l’attivazione del patronato in convenzione con la Coldiretti provinciale, in funzione ogni giovedì pomeriggio nella nostra sede, e l’avvio dell’ambulatorio di Godiasco per misurazione della pressione, iniezioni intramuscolo e terapia iniettiva, aperto due volte la settimana. Ai nostri soci, con particolare riferimento ai soccorritori, abbiamo messo a disposizione il supporto di una psicologa, ad esempio per superare traumi legati a quelle situazioni shoccanti in cui ci si può imbattere nel contesto dell’emergenza urgenza. Collaboriamo poi con una biologa nutrizionista, a sua volta a disposizione dei soci, con la quale sono state anche promosse serate divulgative sulle tematiche dei disturbi alimentari e della corretta alimentazione».

Il lato culturale-ricreativo

Non meno intenso il versante culturale-ricreativo, come spiega ancora la presidente del Comitato iriense: «Il centro di via Maggioriano ha ospitato con cadenza mensile presentazioni letterarie e incontri con autori – dice – mentre la sede di via Carlo Emanuele III ha visto lo svolgimento di seminari e serate a tema, come quelle relative alla violenza di genere e alla Terapia del Dolore. Ci siamo impegnati ad aumentare le lezioni sulle manovre di disostruzione pediatrica nei Comuni che gravitano intorno a Voghera, al fine di diffonderne maggiormente la conoscenza. Abbiamo inoltre organizzato gite e uscite culturali a Roma, Assisi e Lago di Braies, solo per citarne alcune. Senza dimenticare gli apericena e gli altri momenti di aggregazione interna, indispensabili per costruire un gruppo affiatato. Dovrebbe invece partire il prossimo mese il Cral, Circolo Ricreativo Assistenziale dei Lavoratori, attraverso il quale verranno stipulate convenzioni con attività commerciali e approntate altre attività di tipo ludico, culturale o turistico. Spero che tutte le iniziative degli ultimi quattro anni – conclude Ondina Torti – abbiano in qualche modo contribuito a definire una nuova immagine della Croce Rossa: più lontana dai luoghi comuni, più vicina alla comunità».

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Pavia e Provincia Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale di Pavia (clicca “Mi piace” o “Segui” e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia