Corretta gestione dei rifiuti speciali con lo Studio Treco

L'attività di Lorenzo Morato, con sede in provincia di Pavia, si occupa anche delle autorizzazioni di emissioni in atmosfera e scarichi in suolo pubblico

Corretta gestione dei rifiuti speciali con lo Studio Treco
Pavese, 22 Novembre 2018 ore 08:30

Come svolgere una corretta gestione dei rifiuti speciali? La modalità più semplice è quella di rivolgersi a professionisti nel settore. È il caso dello Studio Treco, attività di Lorenzo Morato che ha sede in provincia di Pavia, a Cura Carpignano (in località Prado). L’attività è impegnata nell'aiutare le piccole-medie imprese nell'espletamento della corretta gestione dei rifiuti speciali prodotti. La normativa di riferimento è la Legge 152/2006: “Esistono precise regole da rispettare che impongono all'imprenditore un corretto smaltimento”, ha spiegato Lorenzo Morato.

La corretta gestione dei rifiuti speciali

Quando un’impresa si affida allo Studio Treco significa che quest’ultimo si occuperà del registro di carico e scarico. Sarà compilato e aggiornato a seconda delle tempistiche di produzione dei rifiuti, ricordando l’obbligo di smaltimento dei rifiuti pericolosi almeno una volta all'anno. Sarà sempre la Treco di Lorenzo Morato a mettere in contatto il suo cliente (ossia l’impresa) con i vari impianti di smaltimento che si occuperanno anche del ritiro (lo Studio Treco fornirà tutte le autorizzazioni del caso). Inoltre per una corretta gestione dei rifiuti speciali, una volta all'anno, va presentata la dichiarazione MUD agli enti preposti. In sostanza si va a documentare tutto ciò che si è prodotto e ciò che si è smaltito nell'anno precedente in termini di rifiuti. Anche questa operazione è naturalmente a carico dello Studio Treco, impegnato dunque nell'avere un rapporto diretto con i propri clienti, visitati ad intervalli quindicinali per l’aggiornamento del registro di carico e scarico. Inoltre lo studio si occuperà anche dell’aggiornamento del dispositivo Sistri (il sistema di tracciabilità dei rifiuti), da associare al registro carico e scarico: è obbligatorio per chi produce rifiuti speciali pericolosi e conta almeno dieci addetti nella sua ditta. Sarà operativo dal punto di vista delle sanzioni a partire da dicembre.

Autorizzazioni per emissioni in atmosfera e scarichi in suolo pubblico

Oltre che della corretta gestione dei rifiuti speciali lo Studio Treco si occupa anche delle richieste di autorizzazioni per emissioni in atmosfera e per scarichi in suolo pubblico.
Continua Morato: “Chiunque ha un processo produttivo che prevede l’emissione in atmosfera di fumi provenienti da qualsiasi processo di tipo industriale (come la cabina di verniciatura) è tenuto al controllo periodico delle emissioni stesse. E lo stesso vale per chi produce acque che vengono poi disperse in suolo pubblico. Il mio compito è quello di istruire il cliente sulle misure da adottare in modo regolare, per poi inoltrare la richiesta agli enti preposti secondo quanto regolato dalla Legge 152 in materia ambientale”. Una cosa è certa: è bene non sottovalutare questi aspetti e nemmeno quello della corretta gestione dei rifiuti speciali. Si rischiano pesanti sanzioni, sia a livello amministrativo che penale. “Tutti sono soggetti alla gestione dei rifiuti speciali, persino gli uffici con lo smaltimento dei toner delle stampanti - ha concluso - anche loro necessitano del registro di carico e scarico, del MUD, ecc.”.

Informazioni e contatti

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.studiotreco.it. Oppure chiamare il 346.9702728 o lo 0382.1635567, scrivere a info@studiotreco.it o recarsi direttamente a Cura Carpignano (località Prado), in via Pavia 1. È possibile rivolgersi allo Studio Treco per un check-up gratuito: i professionisti faranno un sopralluogo, informando l’impresa sulle normative da rispettare.

 

Informazione Pubblicitaria

Seguici sui nostri canali