La denuncia

Colpo nel Pavese, rubati 500 metri di cavi in rame dal valore di migliaia di euro

Dopo aver forzato una recinzione, i ladri sono entrati nel cortile dell'azienda e sono scappati con il bottino in pochi minuti

Colpo nel Pavese, rubati 500 metri di cavi in rame dal valore di migliaia di euro
Pubblicato:

Non è la prima volta che simili furti colpiscono la provincia di Pavia e i ladri potrebbero benissimo aver già agito altrove con modalità simili.

Furto a Cassolnovo, rubati 500 metri di cavi di rame

Furto nel cuore della notte in provincia di Pavia. È successo lo scorso fine settimana a Cassolnovo in una ditta specializzata nell'illuminazione pubblica. Il bottino? Cinquecento metri di cavi elettrici in rame, dal valore stimato in migliaia di euro.

Situata in via IV novembre, la ditta è stata presa di mira da audaci malviventi favoriti dall’oscurità. I ladri di rame, chiamato anche oro rosso per via del suo costo, hanno agito con astuzia penetrando nel cortile dell'azienda dopo aver forzato la recinzione. Una volta dentro, hanno puntato dritto al capannone dove hanno trovato il materiale tanto ambito.

La via lungo la quale si è verificato il colpo:

La denuncia ai Carabinieri e il sopralluogo

Il gruppo di criminali, presumibilmente composto da più individui e con un mezzo adatto al trasporto della refurtiva ingombrante, ha lasciato dietro di sé solo domande. Certamente il rame contenuto all’interno dei cavi verrà estratto e venduto a caro prezzo sul mercato. Ma di loro nessuna traccia.

La denuncia è stata prontamente presentata ai Carabinieri della locale stazione, della Compagnia di Vigevano, che hanno avviato indagini per risalire agli autori del colpo. Non è la prima volta che simili furti colpiscono la provincia di Pavia e i ladri potrebbero benissimo aver già agito altrove con modalità simili.

Dopo aver portato a termine il loro piano, i malviventi si sono dileguati nel buio della notte facendo perdere le proprie tracce. La denuncia è stata formalizzata dai titolari dell'azienda presso i carabinieri della stazione di Gravellona che hanno svolto il sopralluogo per raccogliere ogni possibile dettaglio.

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali