Menu
Cerca

Carabinieri a cavallo controllano le aree rurali e impervie del Pavese

In azione "Fusillo", “Virgo”, “Lurdi” ed “Embrujo” coadiuvati dall'unità cinofila "Denver".

Carabinieri a cavallo controllano le aree rurali e impervie del Pavese
Cronaca Pavese, 25 Luglio 2019 ore 12:06

Carabinieri a cavallo controllano le aree rurali e impervie dei Comuni di Vidigulfo, Torrevecchia Pia, Giussago, Certosa di Pavia, Belgioioso ed Albuzzano.

Controlli nelle aree rurali e impervie del Pavese

Nel corso della giornata di ieri, la Compagnia Carabinieri di Pavia ha effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio “ad alto impatto”, finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti tra le aree campestri della giurisdizione.

Nella circostanza le attività perlustrative hanno riguardato le aree rurali, e più impervie, dei Comuni di Vidigulfo, Torrevecchia Pia, Giussago, Certosa di Pavia, Belgioioso ed Albuzzano, e sono state svolte con il supporto del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo di Roma, a mezzo di pattuglione ippomontato composto dalle unità “Fusillo”, “Virgo”, “Lurdi” ed “Embrujo”, oltre che del Nucleo Carabinieri Cinofili di Casatenovo (LC), a mezzo dell’unità antidroga “Denver”.

Un arresto

Nel corso delle operazioni, i militari operanti, hanno proceduto non solo alla neutralizzazione di diversi capanni ed accampamenti utilizzati come bivacco per soggetti dediti ad attività illecite, ma anche a trarre in arresto, in flagranza di reato, M.H., cittadino marocchino cl. 90, in Italia senza fissa dimora, ritenuto responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione di porto di oggetto atto ad offendere e resistenza a pubblico ufficiale.

Il tentativo di fuga

Il predetto, poco prima, nei pressi della Località Vairano di Vidigulfo, a seguito di prolungato servizio di osservazione, è stato sorpreso a cedere sostanze stupefacenti a numerosi assuntori. Una volta scoperto ha tentato di darsi a precipitosa fuga, venendo tuttavia prontamente bloccato grazie a sinergica azione posta in essere dal personale a cavallo, lanciatosi al galoppo, e da dipendenti militari della Stazione Carabinieri di Landriano, supportati da rinforzi delle Stazioni contermini, preventivamente posti a cinturazione dell’intera area.

Il predetto, a seguito di perquisizione personale, è stato dunque trovato in possesso di grammi 7,6 di “cocaina”, di grammi 37 di “eroina” e di grammi 4,4 di “hashish”, oltre che di strumenti per il taglio ed il confezionamento, di un piccone e di euro 275 ritenuti provento di illecita attività di spaccio.

Due persone segnalate

Nel corso dei controlli, sono stati segnalati amministrativamente, quali assuntori di sostanze stupefacenti, un 48enne pavese ed un 35enne milanese, trovati rispettivamente in possesso di 0,2 grammi di “cocaina” e di 0,6 grammi di “eroina”. Le attività proseguiranno con sempre maggiore insistenza in tutte i campi della giurisdizione.

LEGGI ANCHE>> Maxi rissa tra detenuti stranieri in carcere a Pavia

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE