Cadavere mutilato e bruciato: fermati due colombiani VIDEO

Uno dei due è stato bloccato all’aeroporto di Malpensa mentre cercava di fare ritorno in Sudamerica.

Abbiategrasso, 01 Aprile 2019 ore 17:54

 

Cadavere mutilato e bruciato: fermati due uomini.

Cadavere mutilato e bruciato: fermati due uomini

Proseguono serrate le indagini sul cadavere trovato mutilato e bruciato sabato sera, in via Cascina De Prati, zona Bovisasca. Due uomini di origine colombiana, a Milano da pochi giorni, sono stati fermati proprio in queste ore. Uno dei due è stato bloccato all’aeroporto di Malpensa mentre cercava di fare ritorno in Sudamerica.

Il cadavere sarebbe di un uomo e non di una donna

Come riporta GiornaledeiNavigli.it, stando alle primissime informazioni, il cadavere sarebbe di un uomo e non di una donna come ipotizzato subito dopo il ritrovamento. Ma ancora non c’è conferma ufficiale: la certezza arriverà solo dopo le dettagliate analisi già disposte sul corpo a cui sono stati tagliati arti e testa. Ancora ignote, inoltre, le cause del decesso che saranno chiarite dagli esami autoptici, anche questi già disposti.

Il corpo ritrovato carbonizzato

Il cadavere era stato chiuso all’interno di una valigia: gli inquirenti sono riusciti a trovare i resti carbonizzati del grosso bagaglio. Il corpo senza vita è stato abbandonato in un gabbiotto dei rifiuti ed è stato dato alle fiamme. I pompieri avevano trovato anche una bombola di gpl vicino al cadavere, per fortuna rimasta inesplosa: i vigili del fuoco sono riusciti a intervenire in tempo. Le indagini della squadra mobile proseguono anche per cercare di chiarire l’identità della vittima, ancora sconosciuta. La svolta, dopo il fermo dei due uomini, potrebbe arrivare già nelle prossime ore.

AGGIORNAMENTO delle 18.30: Emergono ora dopo ora nuovi dettagli sulla dinamica ancora al vaglio degli inquirenti. I due colombiani fermati sospettati di essere gli autori del macabro omicidio, hanno 38 e 21 anni. Secondo le ultime informazioni, avrebbero ucciso la vittima per futili motivi, dopo un litigio durante una festa. I due killer avrebbero tagliato la gola al “rivale” e poi hanno infierito sul corpo mutilandolo con una accetta. Poi hanno preso i resti del corpo, chiusi in una valigia e dato fuoco per cercare di far sparire quello che rimaneva della vittima e impedirne così il ritrovamento.

LEGGI ANCHE:  Cadavere mutilato, decapitato e bruciato in strada FOTO

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia