Cronaca
SOLIDARIETA'

Broni attiva un servizio di ascolto per far sentire meno soli anziani e persone fragili

Il sindaco «È importante non lasciarle sole».

Broni attiva un servizio di ascolto per far sentire meno soli anziani e persone fragili
Cronaca Pavia, 21 Marzo 2020 ore 11:40

Broni, linee con gli psicologi contro la solitudine da Coronavirus. Il servizio di ascolto e supporto attivato dal Comune si rivolge alle persone anziane o fragili, il sindaco «È importante non lasciarle sole».

L'iniziativa del comune di Broni per gli anziani

Psicologi professionisti a disposizione dei cittadini, in particolare degli anziani e delle persone fragili. L’ultima iniziativa adottata dal Comune di Broni ha l’obiettivo di combattere un insidioso “effetto collaterale” dell’emergenza coronavirus: la solitudine. Stato d’animo che spesso si accompagna ad ansie, paure e disturbi dell’umore. Ed è proprio per contrastare eventuali ripercussioni sulle fasce più sensibili della popolazione che l’amministrazione comunale ha deciso di attivare un servizio di assistenza telefonica, affidato ad esperti in materia. Per usufruirne è possibile contattare tre distinti numeri: il 339 5234700 il lunedì dalle 10 alle 12, il 329 7035376 il mercoledì dalle 10 alle 12 e il 339 5498675 il venerdì dalle 10:20 alle 12:30.

Il commento del sindaco

«È molto importante portare conforto a tutte quelle persone che soffrono per questa drammatica situazione – commenta il sindaco Antonio Riviezzi – tra cui molti anziani, o cittadini in particolari condizioni di fragilità. Se le regole in vigore ci impongono il distanziamento sociale, dobbiamo comunque fare qualcosa per ridurre quella distanza morale che porta a sentirsi soli. Ecco perché abbiamo avviato un servizio di ascolto e supporto, gestito da professionisti qualificati». Il nuovo servizio va a rafforzare le strategie di gestione dell’emergenza sul piano sociale, dopo l’attività di consegna a domicilio di farmaci e generi di prima necessità (sempre a beneficio di anziani e persone sole) avviata da alcuni giorni grazie al volontariato.

Consegna mascherine all'ente

In questi giorni, inoltre, il Comune di Broni è riuscito a reperire alcune mascherine, che a breve verranno consegnate all’ente: una parte andrà ai volontari per le consegne a domicilio, mentre 70 saranno state donate all’Ospedale di Broni-Stradella. «Questo come gesto di riconoscenza e gratitudine – aggiunge il sindaco Riviezzi – nei confronti del personale medico e infermieristico per lo straordinario lavoro svolto in questi giorni di estrema emergenza».

TORNA ALLA HOME

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter