Broni: la tutela di ambiente e minori al centro del bilancio dei Vigili

Presentata ieri durante la festa di San Sebastiano la sintesi delle attività svolte dalla Polizia Locale.

Broni: la tutela di ambiente e minori al centro del bilancio dei Vigili
Oltrepò, 21 Gennaio 2020 ore 09:36

Difesa dell’ambiente, contrasto all’abbandono scolastico, tutela degli animali: queste le priorità che, numeri alla mano, emergono chiaramente dall’ultimo bilancio di attività della Polizia Locale di Broni.

Broni: la tutela di ambiente e minori al centro del bilancio dei Vigili

Il documento è stato illustrato dal comandante Fabio Alovisi nella mattinata di ieri, lunedì 20 gennaio 2020, in occasione della festa di San Sebastiano. Cerimonia che, non a caso, è stata aperta al Teatro Carbonetti dall’incontro con le classi quinte della scuola primaria.

“È la cultura della sicurezza – ha detto il comandante Alovisi nel suo intervento introduttivo – tanto invocata e proclamata dappertutto, che si deve innervare a partire dai processi educativi. Ecco allora l’attenzione di una giornata come quella odierna verso le giovani generazioni, politici del futuro, anzi cittadini anch’essi del presente, ma proiettati nel futuro per migliorarlo”.

Sicurezza stradale

Focus dell’appuntamento con gli alunni era il tema della sicurezza stradale, con particolare riferimento ai pedoni e ai ciclisti. Del resto, nel 2019 gli agenti della Polizia Locale hanno riservato alla viabilità delle scuole qualcosa come 603 servizi, per un totale di 1.510 ore. Ma, scorrendo le righe del bilancio, il mondo dei giovanissimi è chiamato in causa anche per la massiccia attività svolta a sostegno dei Servizi Sociali e dei Servizi Sanitari “nei sempre più frequenti casi di tutela dei minori – si legge – per problematiche familiari, per l’evasione e l’abbandono scolastico e per i casi di conclamata povertà”. Compito delicatissimo, che le donne e gli uomini del Comando di Broni hanno saputo svolgere con encomiabile sensibilità.

L’ambiente

Altro argomento centrale dell’ultimo anno, la lotta al degrado ambientale ha impegnato gli agenti per circa 400 ore di lavoro, dedicate ai controlli sui rifiuti e all’individuazione dei responsabili di scarichi abusivi, ma anche alla tutela del territorio e alla prevenzione di smottamenti. Circa 7.600 i rilievi di filmati eseguiti con il sistema di videosorveglianza e con le foto-trappole. In totale, sono state comminate 8 contravvenzioni ed effettuate 35 segnalazioni.

Tutela degli animali

Sul versante della tutela degli animali le contravvenzioni sono invece 5, a fronte di 26 interventi resi possibili anche dal rapporto sinergico con il Servizio Pubblico Veterinario territoriale.

Incidenti stradali e sicurezza pubblica

A quota 33 i sinistri stradali rilevati lo scorso anno, mentre sono 12 le uscite al fianco delle altre Forze dell’Ordine per motivi di pubblica sicurezza. “Sono frequenti – si rileva a tal proposito nella sintesi delle attività del 2019 – gli atti e gli episodi di marcata conflittualità tra i cittadini nel pubblico e anche nel privato, con esasperazione dei conflitti”. Spostando lo sguardo sulle mansioni più “ordinarie”, risultano 2.861 violazioni al Codice della Strada, di cui 156 accertate con il sistema di videosorveglianza. L’incassato ammonta a 86.531 euro, di contro ai 59.638 euro di verbali notificati e non ancora pagati. Ben 2.072 le violazioni riferite alla sosta e al parcheggio dei veicoli, alle quali si sommano i 344 casi di mezzi in sosta negli spazi riservati agli invalidi o nelle fermate dei bus, e ancora le 445 infrazioni alle norme che disciplinano la corretta circolazione dei veicoli. Per concludere, l’incasso comprensivo dei parcometri, al netto degli 11 giorni di sosta gratuita concessi dall’amministrazione comunale, è stato di 81.675,85 euro.

2 foto Sfoglia la gallery

Sindaco Riviezzi: “Sogno la Polizia Locale dell’Oltrepò Orientale”

“Ho un sogno nel cassetto. Quello di veder nascere un Corpo di Polizia Locale dell’Oltrepò orientale”: lo ha detto il sindaco Antonio Riviezzi, intervenendo alla cerimonia di San Sebastiano e sottolineando il proficuo rapporto di collaborazione con i Comuni di Cigognola e Casanova Lonati, convenzionati con Broni proprio per quanto riguarda il servizio di Polizia Locale. Il primo cittadino bronese ha allargato il tiro parlando della «necessità di collaborazione a livello territoriale, per garantire un più efficiente controllo integrato». Va ricordato, in questo senso, l’impegno profuso nei mesi scorsi nel tavolo di territorio sul tema del trasporto pubblico, iniziativa (molto partecipata dalle altre amministrazioni locali) che sul piano programmatico va a sovrapporsi perfettamente alla proposta avanzata stamane da Riviezzi. Lo stesso sindaco ha in passato evidenziato a più riprese il bisogno di una strategia condivisa da tutta l’area oltrepadana orientale, allo scopo di aumentarne il “peso specifico” presso i più alti livelli istituzionali, migliorare i collegamenti, contrastare il fenomeno dello spopolamento. Una Polizia Locale più ampia, quindi, proietterebbe gli stessi meccanismi di condivisione sul binomio prevenzione-sicurezza, con grande beneficio per tutte le realtà urbane coinvolte.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Pavia e Provincia Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale di Pavia (clicca “Mi piace” o “Segui” e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia