LAVORI AL VIA

Broni: alloggi per l’emergenza abitativa nell’ex caserma, lavori ai nastri di partenza

Intervento da 750mila euro per ricavare sei appartamenti nell’immobile dismesso.

Broni: alloggi per l’emergenza abitativa nell’ex caserma, lavori ai nastri di partenza
Oltrepò, 13 Febbraio 2020 ore 16:43

Partiranno nei prossimi giorni i lavori per la conversione dell’ex Caserma dei Vigili urbani di via Cavour a Broni. Come da Programma Triennale delle Opere Pubbliche, nell’immobile saranno ricavati sei alloggi da destinare temporaneamente a persone in situazione di grave disagio abitativo: un intervento da 750mila euro, di cui 237mila (più del 31% del totale) finanziati dalla Fondazione Cariplo.

Alloggi per l’emergenza abitativa nell’ex caserma, lavori ai nastri di partenza

Stimata in circa un anno la durata complessiva del cantiere, che comprende il rifacimento del tetto, la ristrutturazione dei piani rialzato e primo, il restauro delle facciate e della corte interna. È inoltre previsto l’inserimento di un vano ascensore per il superamento delle barriere architettoniche, a beneficio di eventuali utenti disabili. Ciascuno dei due piani oggetto dei lavori ospiterà tre unità abitative, mentre il piano seminterrato resterà a disposizione dell’amministrazione comunale.

«L’emergenza abitativa è un tema che abbiamo particolarmente a cuore – commenta il sindaco Antonio Riviezzi – come del resto ogni aspetto relativo alla sfera socio-assistenziale, materia che occupa una posizione di rilievo nell’agenda dell’amministrazione comunale. Con la conversione residenziale dell’ex Caserma di via Cavour andiamo a rispondere a un bisogno reale, ad oggi di complessa gestione proprio per la mancanza di alloggi disponibili. Si tratta quindi di un’operazione doppiamente utile, perché dà finalità a un immobile inutilizzato e fornisce strumenti concreti per fronteggiare i casi di disagio».

L’edificio

L’ex Caserma di via Cavour, dismessa dal 2003, rientra tra gli edifici storici del centro cittadino di Broni. Risalgono al 1865 le prime notizie certe sul suo utilizzo pubblico, nello specifico come carcere mandamentale. Nel 1928 i locali furono adattati a Caserma dei Carabinieri e, in seguito, furono adibiti a diverse funzioni: scuola, uffici comunali, comando dei Vigili urbani. Ora la struttura si prepara ad un nuovo cambio di identità, ritornando a disposizione della collettività dopo 17 anni di mancato utilizzo.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Pavia e Provincia Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale prima Pavia (clicca “Mi piace” o “Segui” e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve