Boccone di traverso: nipote 18enne salva la vita alla nonna

A Nicorvo il cenone di Capodanno avrebbe potuto avere anche dei risvolti tragici.

Boccone di traverso: nipote 18enne salva la vita alla nonna
Lomellina, 04 Gennaio 2020 ore 11:45

Boccone di traverso durante il cenone di Capodanno: il nipote 18enne salva la vita alla nonna di 89 anni. E’ successo a Nicorvo.

Boccone di traverso

Un normale cenone di Capodanno che poteva finire in tragedia. Siamo a Nicorvo e tutta la famiglia è riunita a tavola. Ad un punto però la nonna 89enne, comincia a tossire. Un boccone le era andato di traverso rischiando di soffocarla.

Momenti concitati nei quali, con grande sangue freddo, il nipote 18enne ha preso in mano la situazione. Il giovane, volontario della Croce Rossa a Mortara, coadiuvato dal padre ha messo in atto la manovra di Heimlich riuscendo a “liberare” la nonna.

Salvata

Nel frattempo sul posto è giunta un’ambulanza e un’automedica. L’anziana è stata portata in ospedale per controlli ma già la sera stessa è potuta tornare a casa dai suoi cari. Grazie all’intervento tempestivo del nipote che ha evitato il peggio salvandole di fatto la vita.

Quando si effettua la manovra di Heimlich?

Per prima cosa è bene puntualizzare che la manovra può essere effettuata anche da persone prive di competenze mediche, ma bisogna assicurarsi di chiamare subito i soccorsi. I segnali che richiedono la manovra di disostruzione sono:

– la persona si mette le mani alla gola (lasciando intendere che sta soffocando)

– il viso della persona diventa blu, a causa della privazione di ossigeno

Come si effettua la manovra

La persona che pratica la manovra si posiziona in piedi dietro colui che sta soffocando, cingendola con le braccia intorno ai fianchi, sotto le braccia. Una mano è piegata con il pugno chiuso e viene posizionata con la parte del pollice appiattita contro l’addome nella zona tra lo sterno e l’ombelico. L’altra mano afferra il pugno e provoca una serie di rapide e profonde spinte verso l’alto finché l’oggetto che ostruisce le vie aeree non viene espulso. Le spinte non devono mai comprimere o stringere la gabbia toracica, ma solo la parte molle dell’addome. Le nuove linee guida di European Resuscitation Council prevedono che vengano alternate 5 compressioni sottodiaframmatiche e 5 colpi dorsali tra le scapole.

Anche su sè stessi

È possibile praticare la manovra di Heimlich anche su sé stessi, utilizzando la stessa tecnica: una mano è chiusa a pugno e collocata contro il proprio addome mentre l’altra l’afferra e la spinge verso l’alto con una serie di spinte finché non si liberano le vie aeree.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia