Cronaca
Il punto in provincia di Pavia

ATS Pavia: somministrate 8.878 dosi di vaccino anti Covid, il 75% agli operatori sanitari

Dei soggetti sottoposti al vaccino nelle scorse settimane, 1.145 (16,3%) hanno completato il ciclo vaccinale con il secondo richiamo. 

ATS Pavia: somministrate 8.878 dosi di vaccino anti Covid, il 75% agli operatori sanitari
Cronaca Pavia, 29 Gennaio 2021 ore 18:07

Il punto della situazione in provincia di Pavia sulla somministrazione dei vaccini anti Covid.

ATS Pavia: somministrate 8.878 dosi di vaccino anti Covid

Ad oggi sono 8.878 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in provincia di Pavia. Di queste, 6.671 (75,1%) sono stati somministrati ad operatori sanitari di strutture pubbliche, private, MMg, Pediatri di libera scelta e liberi professionisti, e 2.207 (24,9%) a ospiti di strutture sanitarie e sociosanitarie e operatori non sanitari (personale che opera nelle Aziende ospedaliere pubbliche, private, Enti e strutture accreditate o autorizzate nell’ambito del Servizio Sanitario regionale).

Il personale vaccinato rientra nelle categorie indicate dalla struttura commissariale per la prima fase della campagna. Dei soggetti sottoposti al vaccino nelle scorse settimane, 1.145 (16,3%) hanno completato il ciclo vaccinale con il secondo richiamo. 

Ricerca di volontari

Per contribuire all’avanzamento della campagna vaccinale, ATS Pavia ha aperto un bando per la ricerca di volontari da impiegare nella somministrazione dei vaccini presso le strutture di ASST di Pavia (Presidio ospedaliero di Voghera e Vigevano) e Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo. Un appello dedicato a medici, infermieri, assistenti sanitari e ostetrici che resterà aperto fino alla fine della campagna vaccinale.

Il punto in Lombardia

Alla data del 28 gennaio 2021 Regione Lombardia ha effettuato oltre 256.000 vaccini anti covid. Di questi, la stragrande maggioranza, più di 172.000 (67,2%) sono stati somministrati ad operatori sanitari di strutture pubbliche, private, Medici di Medicina Generale (MMg), Pediatri di libera scelta e liberi professionisti, 30.000 (11,7%) a ospiti di strutture sanitarie e sociosanitarie e 54.000 (21,1%) a operatori non sanitari (personale che opera nelle Aziende ospedaliere pubbliche, private, Enti e strutture accreditate o autorizzate nell’ambito del Servizio Sanitario regionale).

Il personale vaccinato rientra quindi nelle categorie indicate dalla struttura commissariale, per la prima fase della campagna. Si evidenzia che ad oggi oltre 24.000 su 320.000 soggetti hanno completato il ciclo vaccinale con il secondo richiamo.

In merito alla ricostruzione fornita dalla Fondazione Gimbe, la Regione sottolinea che questa non è coerente con l’attività vaccinale realmente svolta e comunicata al Ministero della Salute dalla Lombardia.

Seguici sui nostri canali