Alberto Villani niente funerali, il Messico trattiene il corpo

La salma di Alberto resta in Messico al momento, l'avvocato della famiglia sostiene che su Villani siano state dette falsità diffamanti, essendo incensurato.

Alberto Villani niente funerali, il Messico trattiene il corpo
Pavia, 05 Aprile 2018 ore 15:12

Alberto Villani: il 37enne broker pavese non avrà in tempi brevi un funerale, al momento infatti il Messico trattiene ancora il corpo.

Alberto Villani funerali

I contorni intorno alla morte di Alberto Villani, broker pavese in Messico per questioni di lavoro, si fanno sempre più confusi. Finché non saranno ultimate le fasi preliminari dell’inchiesta, la magistratura messicana non sembra intenzionata a concedere il nulla-osta per l’espatrio della salma. Il corpo del pavese 37enne rimane perciò nella cella frigorifera dell’obitorio di Tlaltizapàn, nel distretto di Morelos. Non si sa, quindi, quando sarà possibile celebrare i funerali dell’uomo, il feretro dovrebbe essere comunque seppellito a Valencia, in Spagna, dove c’è la tomba di famiglia di Alberto Villani, che di secondo cognome faceva Olivares.

I fatti

Villani era un intermediario finanziario 37enne che abitava a Pavia, aveva una compagna originaria di El Salvador – Astrid Rodriguez -dalla quale aveva avuto due figli, la più piccola di soli 4 mesi. Per il suo lavoro Villani si recava spesso all’estero, pare fosse partito il 23 febbraio alla volta del Messico e avrebbe avuto un biglietto aereo aperto per ritornare a marzo. Invece Alberto a casa vivo non sarebbe più tornato, il suo cadavere è stato trovato dentro un sacco di plastica. Una vera e propria esecuzione in piena regola: due proiettili sparati in testa. A fianco del corpo un cartello con una sorta di monito, che tradotto dallo spagnolo, significa “Questo mi è successo per essere un ladro”. Il cadavere è stato trovato a Tlaltizaplan, cittadina messicana a circa cento chilometri da Città del Messico.

Presunti affari loschi

Nei giorni scorsi era rimbalzata la notizia di un comunicato stampa ufficiale messicano in cui le autorità convalidavano la teoria che Alberto fosse coinvolto in affari illegali. L’avvocato della famiglia Villani, però, rigetta questa teoria sottolineando che l’uomo non aveva precedenti penali e che si tratti di dichiarazioni false e infamanti. L’avvocato Ventura, inoltre, asserisce che il comunicato stampa in questione non sia stato diramato dalla Procura messicana e che si tratti di un falso per depistare le indagini.

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia