Cronaca
Pavia

Agli arresti domiciliari ma continua a spacciare, 20enne finisce in carcere

Arrestato una seconda volta con l'aggravante di aver venduto droga a un minorenne.

Agli arresti domiciliari ma continua a spacciare, 20enne finisce in carcere
Cronaca Pavia, 01 Febbraio 2022 ore 10:06

Agli arresti domiciliari ma continua a spacciare, per lui si aprono le porte del carcere a causa anche dell'aggravante di aver venduto droga a un minorenne.

Lo spaccio ai domiciliari

Nella notte tra domenica 30 e lunedì 31 gennaio 2022 è stato arrestato per spaccio un 20enne residente a Pavia in flagranza di reato.

Alle ore 22.00 circa di domenica sera è giunta la segnalazione che in Piazzale Crosione a Pavia era in atto una forte attività di spaccio di sostanze stupefacenti. Circa mezz’ora dopo le Volanti della Polizia sono arrivate sul posto dove hanno trovato una ragazza di 19 anni residente a Mezzanino e un ragazzino di soli 16 anni residente a Pavia.

Il controllo

All'atto del controllo gli stessi hanno consegnato spontaneamente della modica quantità stupefacente, e nello specifico la ragazza un involucro con circa 12 grammi di hashish, e il secondo due involucri con circa un grammo l’uno, di hashish e marijuana.

La 19enne ha giustificato il possesso in quanto abituale consumatrice di sostanza stupefacente e ha riferito di averla appena acquistata da un amico che abitava al secondo piano del condominio situato in Piazzale Crosione dove era stata precedentemente segnalata l’attività di spaccio.

La perquisizione

Gli agenti trovando il portone del palazzo aperto sono saliti al piano dell’appartamento del presunto spacciatore, che è stato identificato in F.A., 20enne già sottoposto ad arresti domiciliari, oltre che con vari precedenti di polizia per reati contro la persona e contro l’ordine pubblico. Il 20enne, all'atto della perquisizione personale è stato trovato con 2 grammi di hashish nella tasca dei pantaloni e 20 euro in contanti nella tasca del giubbotto. La perquisizione è stata quindi estesa anche al domicilio. Perquisizione che però ha dato esito negativo.

Arrestato

A questo punto il 20enne è stato arrestato in flagranza. L’arresto è stato successivamente convalidato, e per il soggetto, a causa dell’aggravante di aver ceduto droga a un minorenne, è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter